Edizione 2019 – Innovation Village

edizione 2019

Il network degli innovatori

4|5|6 Aprile 2019

Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa
Napoli - Portici

Giunta alla IV edizione, la fiera è stata prodotta da Knowledge for Business e organizzata con Sviluppo Campania ed ENEA – Bridgeconomies EEN, in collaborazione con la Regione Campania. Il principale evento meridionale sull’innovazione dove si fa networking tra ricerca, imprese, PA, startup e professionisti e maker, dove è possibile trovare l’eccellenza della ricerca e le opportunità per imprese, startup e professionisti. Obiettivo principale dell’evento è stato quello di agevolare il trasferimento tecnologico e la diffusione dell’innovazione favorendo il confronto tra ricerca, imprese, enti, associazioni, startup e professionisti.

Un fitto programma di conferenze e workshop ha costituito l’ossatura di Innovation Village e dato voce ad attori territoriali e nazionali su specifiche tematiche. Hanno trovato spazio, inoltre, sessioni di confronto fra giovani, esperti, investitori, ma anche presentazioni di best practices innovative.  Innovation Village ha ospitato al suo interno una “scuola di formazione” per aziende e professionisti con il rilascio di crediti costituita da sessioni di formazione e consulenza per le PMI che vogliono innovarsi.

Sul tema di Innovazione e Sostenibilità è stata lanciato l’INNOVATION VILLAGE AWARD, la prima edizione del premio finalizzato a “scoprire” e valorizzare esperienze di innovazione realizzate nei territori che possano apportare un contributo per il raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs – Sustainable Development Goals) fissati dall’Assemblea Generale dell’Onu

Promosso da
Con il supporto di
Co-organizzato con
Partner Commerciale
Partner

I Temi

Innovazione & Sostenibilità

L’innovazione a sostegno e supporto delle politiche per lo sviluppo sostenibile.
In partnership e in raccordo con il Festival dello Sviluppo Sostenibile (in programma a Giugno 2019) promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS).

Agrifood

L’Agrifood sarà declinato nei suoi specifici sotto-settori: agricoltura di precisione, tracciabilità e sicurezza alimentare, packaging innovativo e sostenibilità ambientale.
In partnership con Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali del CNR, Dipartimenti di Medicina Veterinaria e di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Innovazione & Sicurezza

Prevenzione, protesica con tecnologie di additive manufacturing, utilizzo di tecnologie di simulazione virtuale per la riabilitazione. In partnership con INAIL e Centro Protesi Vigorso di Budrio.

Intelligent Energy

Un focus sul tema Energia intelligente, ma anche ICT e Sustainable Construction. In partnership con Enea, Consorzio BridgEconomies della rete Enterprise Europe Network.

Content Industry

La produzione di nuovi linguaggi creativi e di un movimento culturale tutto imperniato sull’innovazione. In partnership con Giffoni Innovation Hub con la partecipazione di industrie culturali e creative e soggetti che si occupano della social innovation.

Open Innovation

In partnership con la Regione Campania. Nei settori, automotive e trasporti, blue growth, edilizia sostenibile, energia e ambiente, industria creativa, istruzione, IC/IT/IOT, manifattura digitale e avanzata, materiali, tecnologie per la salute, social innovation.

Exhibition

Lo spazio espositivo di Innovation Village punta a valorizzare soluzioni e prodotti innovativi; è un luogo dove le nuove idee, le energie e le migliori pratiche sull’innovazione possono contaminarsi

Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

All’interno dell’Area espositiva, trovano spazio:

  • Agorà centrale* 50 pax
  • School Village con Agorà* 30 pax e area espositiva
  • Area B2B e R2B a cura di EEN
  • Area espositiva libera e preallestita a partire da 18 mq
  • Stand espositivi preallestiti moduli da 9/12/15 mq
  • Area corner espositivi

SALE

  • sala dei Cinquecento* 70 pax
  • sala Cinema* 80 pax
  • sala Convegni* primo piano – 120 pax
  • 2 salette riunioni primo piano
  • sala Biblioteca per tavoli lavoro – primo piano

* sale dotate di impianto di amplificazione e videoproiezione

Il 3 ottobre 1839 veniva inaugurata dai Borbone la Napoli-Portici

Il precorso ferroviario fu la prima strada ferrata d’Italia. Il tragitto inaugurale fu fatto da due convogli, progettati dall’ingegnere Armand Bayard de la Vingtrie su prototipo dell’inglese George Stephenson, che percorsero i 7411 metri della linea in 11 minuti.

Ferdinando II volveva che il suo Regno delle Due Sicilie si affrancasse dalla supremazia tecnologica dell’Inghilterra e della Francia, per cui l’anno dopo acquisì con Decreto Reale parte del terreno su cui sarebbe sorto poi l’intero complesso di Pietrarsa, in un luogo strategico in cui in epoca napoleonica era stanziata una batteria costiera a difesa di Napoli.

Il primo edificio del complesso fu costruito nel 1842 per la produzione di materiale meccanico e pirotecnico per le esigenze della marina e belliche; l’anno successivo fu convertito tramite rescritto reale alla costruzione e alla riparazione di locomotive e vagoni ferroviari.

La linea ferroviaria si trovava sulla direttrice Napoli-Salerno, che attualmente costeggia il complesso del museo.

L’intervento ha interessato il restauro completo dei padiglioni espositivi, la riqualificazione dell’area convegni con il restyling di tutti gli ambienti interni che ospitano gli eventi e l’installazione di nuovi impianti di illuminazione.

Sono stati riqualificati gli spazi aperti affacciati sul Golfo di Napoli nei quali si è rivista la pavimentazione in pietra, si è installato un nuovo parapetto in vetro sul lungomare per la migliore fruibilità del panorama e si è risistemato il giardino con nuove essenze su progetto dell’Orto Botanico di Portici e del Museo delle Scienze Agrarie dell’Università Federico II di Napoli.

Sono stati recuperati, inoltre, la pensilina d’epoca in ghisa “Fiorenzuola”, la statua di Ferdinando II, la colonna idrica e la piattaforma girevole.

Numerosi sono stati anche gli interventi a livello urbano e locale che hanno coinvolto il territorio e le istituzioni locali come la realizzazione della passeggiata ciclopedonale costiera, il miglioramento della ricettività alberghiera e il risanamento della fascia costiera.

Negli anni del recupero il sito è stato visitato nel 2016 da 65mila persone, con un incremento del 63% rispetto al 2015.

Il complesso comprendente una parte espositiva museale e una destinata agli eventi, si estende su un’area di 36mila metri quadrati di cui 14mila coperti. E’ uno tra i più grandi Centro congressi del Mezzogiorno, capace di accogliere fino a 2500 persone in tutti i suoi spazi di cui 800 nel solo Padiglione della Locomotive a Vapore, sicuramente l’ambiente più suggestivo dell’intero sito. Tra l’ampio cortile che si estende tra i Padiglioni e il mare è stata realizzata un’area verde che contiene un ampio anfiteatro e un Giardino del Mediterraneo realizzato in collaborazione con l’orto botanico di Portici e il Museo delle Scienze Agrarie dell’Università Federico II di Napoli.

Programma 2019

AGORÀ SALA CONVEGNI
primo piano
SALA CINEMA SALA RIUNIONI 1
primo piano
SALA RIUNIONI 2
primo piano
SALA BIBLIOTECA
primo piano
SALA DEI 500 AREA BROKERAGE
9.00 – 9.30 9.00 – 9.30
9.30 – 10.00 Apertura della Manifestazione

Cerimonia di premiazione dell’Innovation Village Award

Vai all’evento

9.30 – 10.00
10.00 – 10.30 10.00 – 10.30
10.30 – 11.00 10.30 – 11.00
11.00 – 11.30 Tecniche innovative a servizio dei lavoratori: dalla valutazione dei rischi al reinserimento
a cura di Inail – Direzione regionale Campania

Vai all’evento

È stata attivata la procedura per il riconoscimento di CFP agli architetti partecipanti

S1 – B2B/R2B Session
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network

Prenota

11.00 – 11.30
11.30 – 12.00 Open Innovation e reti per l’innovazione
a cura di Regione Campania – Assessorato alle Startup, Innovazione e Internazionalizzazione

Vai all’evento

NUMATER – Nuovi materiali termoplastici con applicazioni di tecnologie E.T.E.
a cura di Res Nova Die, Knowledge for Business, Università degli Studi della Basilicata

Vai all’evento

Presentazione del Pianoforte STEINWAY & SONS 0-180 “SPIRIO”

Vai all’evento

11.30 – 12.00
12.00 – 12.30 La ricerca e l’innovazione tecnologica per lo sviluppo rurale e la tutela dei consumatori: dal campo alla tavola
a cura del PSR Campania e in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II

Vai all’evento

Medicina veterinaria

Presentazione “Innovazione tecnologica al servizio della persona con disabilità”
a cura di Inail Direzione centrale assistenza protesica e riabilitazione – Direzione regionale Campania

Vai all’evento

12.00 – 12.30
12.30 – 13.00 Quantum computing – stato dell’arte e possibili applicazioni di una tecnologia disruptive
a cura di Sellalab

Registrati

12.30 – 13.00
13.00 – 13.30 13.00 – 13.30
13.30 – 14.00 13.30 – 14.00
14.00 – 14.30 L’importanza del territorio e di metriche quantitative per la misura dell’innovazione: il caso OGIT – Osservatorio sulla geografia della innovazione territoriale
a cura dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli

Locandina in PDF

Registrati

Fare impresa e innovazione con il protagonismo delle donne, dei giovani, e degli studenti
a cura del Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Napoli Federico II / Start Cup Campania

Vai all’evento

S2 – B2B/R2B Session
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network

Prenota

14.00 – 14.30
14.30 – 15.00 La robotica al servizio della disabilità
a cura di Inail Direzione centrale assistenza protesica e riabilitazione – Istituto Italiano di Tecnologia

Vai all’evento

Bioattuazione e biosensoristica per l’industria e il design
a cura di BIOlogic – Knowledge for Business

Vai all’evento

SCHOOL VILLAGE

Vai all’evento

Strumenti innovativi per una didattica inclusiva

Registrati

14.30 – 15.00
15.00 – 15.30 15.00 – 15.30
15.30 – 16.00 R2 – Roundtable Circular Economy
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network

Prenota

15.30 – 16.00
16.00 – 16.30 Kids and tech industry: innovation, startups and social impact projects
a cura di Giffoni Innovation Hub

Vai all’evento

16.00 – 16.30
16.30 – 17.00 Premio Best Practices per l’innovazione – Generatore di opportunità per imprese e startup
a cura di Confindustria Salerno

Vai all’evento

16.30 – 17.00
17.00 – 17.30 Oggi le… “omiche”: lipidomica, genomica, redoxomica
a cura del Consorzio SannioTech

Vai all’evento

17.00 – 17.30
17.30 – 18.00 17.30 – 18.00
18.00 – 18.30 18.00 – 18.30
Agorà
9:30 - 11:30
Apertura della Manifestazione

Cerimonia di premiazione dell’Innovation Village Award
Area BROKERAGE
11:00 - 13:00
S1 – B2B/R2B Session
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network
SALA CONVEGNI
(primo piano)
11:00 - 13:30
Tecniche innovative a servizio dei lavoratori: dalla valutazione dei rischi al reinserimento
a cura di Inail – Direzione regionale Campania
Agorà
11:30 - 14:00
Open Innovation e reti per l’innovazione
a cura di Regione Campania – Assessorato alle Startup, Innovazione e Internazionalizzazione
SALA DEI 500
11:30 - 12:00
Presentazione del Pianoforte STEINWAY & SONS 0-180 “SPIRIO”
SALA BIBLIOTECA
(primo piano)
11:30 - 13:30
NUMATER – Nuovi materiali termoplastici con applicazioni di tecnologie E.T.E.
a cura di Res Nova Die, Knowledge for Business, Università degli Studi della Basilicata
SALA CINEMA
12:00 - 14:00
La ricerca e l’innovazione tecnologica per lo sviluppo rurale e la tutela dei consumatori: dal campo alla tavola
a cura del PSR Campania e in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II
SALA DEI 500
12:30 - 14:00
Quantum computing – stato dell’arte e possibili applicazioni di una tecnologia disruptive
a cura di Sellalab
SALA RIUNIONI 2
(primo piano)
12:00 - 14:00
Presentazione “Innovazione tecnologica al servizio della persona con disabilità”
a cura di Inail Direzione centrale assistenza protesica e riabilitazione – Direzione regionale Campania
SALA CONVEGNI
(primo piano)
14:00 - 17:00
L’importanza del territorio e di metriche quantitative per la misura dell’innovazione: il caso OGIT – Osservatorio sulla geografia della innovazione territoriale
a cura dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli
SALA CINEMA
14:00 - 16:30
Fare impresa e innovazione con il protagonismo delle donne, dei giovani, e degli studenti
a cura del Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Napoli Federico II / Start Cup Campania
Area BROKERAGE
14:00 - 18:00
S2 – B2B/R2B Session
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network
Agorà
14:30 - 16:00
La robotica al servizio della disabilità
a cura di Inail Direzione centrale assistenza protesica e riabilitazione – Istituto Italiano di Tecnologia
SALA RIUNIONI 2
(primo piano)
14:30 - 16:30
Bioattuazione e biosensoristica per l’industria e il design
a cura di BIOlogic – Knowledge for Business
SALA DEI 500
14:30 - 16:00
SCHOOL VILLAGE

Strumenti innovativi per una didattica inclusiva

SALA BIBLIOTECA
(primo piano)
15:30 - 17:00
R2 – Roundtable Circular Economy
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network
Agorà
16:00 - 17:30
Kids and tech industry: innovation, startups and social impact projects
a cura di Giffoni Innovation Hub
SALA CINEMA
16:30 - 18:30
Premio Best Practices per l’innovazione – Generatore di opportunità per imprese e startup
a cura di Confindustria Salerno
BIBLIOTECA
(primo piano)
17:30 - 18:30
Oggi le… “omiche”: lipidomica, genomica, redoxomica
a cura del Consorzio SannioTech
AGORÀ SALA CONVEGNI
primo piano
SALA CINEMA SALA RIUNIONI 1
primo piano
SALA RIUNIONI 2
primo piano
SALA BIBLIOTECA
primo piano
SALA DEI 500 AREA BROKERAGE
9.00 – 9.30 International Workshop: Green Growth opportunities and challenges for SMEs
a cura di ENEA-Bridgeconomies and EEN-Sector Group Intelligent Energy

Registrati

È stata attivata la procedura per il riconoscimento di CFP agli architetti partecipanti

Le sfide della mobilità sostenibile in Campania

Vai all’evento

È stata attivata la procedura per il riconoscimento di CFP agli architetti partecipanti

9.00 – 9.30
9.30 – 10.00 SCHOOL VILLAGE

Vai all’evento

9.30 – 10.00
10.00 – 10.30 Ambiente e sostenibilità in agricoltura: l’uso delle risorse
in collaborazione con ISMEA e CNR Dipartimento Scienze Bio-Agroalimentari

Vai all’evento

Medicina Veterinaria

S3 – B2B/R2B Session
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network

Prenota

10.00 – 10.30
10.30 – 11.00 10.30 – 11.00
11.00 – 11.30 Sicurezza e nuove forme di lavoro nell’era della trasformazione digitale
a cura di Spazio alla Responsabilità – CSRMed Forum e dal gruppo di lavoro sulla SSLL coordinato da AIPP in collaborazione con Inail Campania

Vai all’evento

È stata attivata la procedura per il riconoscimento di CFP agli architetti partecipanti

11.00 – 11.30
11.30 – 12.00 Progetto VESTA, focolare di tecnologie nel campo per i beni culturali: dalla scoperta, diagnostica e salvaguardia, alla fruizione
a cura di NAIS Solutions, CNR IREA, TopView, Knowledge for Business

Vai all’evento

11.30 – 12.00
12.00 – 12.30 12.00 – 12.30
12.30 – 13.00 12.30 – 13.00
13.00 – 13.30 13.00 – 13.30
13.30 – 14.00 13.30 – 14.00
14.00 – 14.30 Le nuove sfide della valorizzazione della ricerca: il modello Materias
a cura di Materias

Vai all’evento

Medicina Veterinaria

È stata attivata la procedura per il riconoscimento di CFP agli architetti partecipanti

S4 – B2B/R2B Session
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network

Prenota

14.00 – 14.30
14.30 – 15.00 Digital Transformation nelle PMI
Supportato da Sellalab, in collaborazione con CAD

Vai all’evento

Innovazione nel trattamento delle acque e dei fanghi
a cura di ATIA ISWA, DICEA – Università degli Studi di Napoli Federico II

Vai all’evento

14.30 – 15.00
15.00 – 15.30 Lo sviluppo delle nuove tecnologie nelle infrastrutture dei trasporti ed a bordo dei veicoli, per scenari di smart mobility
a cura dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli

Locandina in PDF

Registrati

15.00 – 15.30
15.30 – 16.00 R1 – Roundtables Intelligent Energy
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network

Prenota

15.30 – 16.00
16.00 – 16.30 16.00 – 16.30
16.30 – 17.00 Droni, Tecnologie e sistemi per la gestione di crisi
a cura di Croce Rossa Italiana, Comitato di Napoli

Vai all’evento

16.30 – 17.00
17.00 – 17.30 17.00 – 17.30
17.30 – 18.00 17.30 – 18.00
SALA CINEMA
9:00 - 11:30
Le sfide della mobilità sostenibile in Campania
SALA CONVEGNI
(primo piano)
9:00 - 13:30
International Workshop Green & Smart: growth opportunities and challenges for SMEs
a cura di ENEA-Bridgeconomies and EEN-Sector Group Intelligent Energy
SALA DEI 500
9:30 - 13:30
SCHOOL VILLAGE
Agorà
10:00 - 14:00
Ambiente e sostenibilità in agricoltura: l’uso delle risorse
in collaborazione con ISMEA e CNR Dipartimento Scienze Bio-Agroalimentari
Area BROKERAGE
10:00 - 13:00
S3 – B2B/R2B Session
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network
SALA BIBLIOTECA
(primo piano)
11:00 - 13:00
Sicurezza e nuove forme di lavoro nell’era della trasformazione digitale
a cura di Spazio alla Responsabilità – CSRMed Forum e dal gruppo di lavoro sulla SSLL coordinato da AIPP in collaborazione con Inail Campania
SALA RIUNIONI 1
(primo piano)
11:30 - 13:30
Progetto VESTA, focolare di tecnologie nel campo dei beni culturali: dalla scoperta, diagnostica, salvaguardia, alla fruizione
a cura di NAIS Solutions, CNR IREA, TopView, Knowledge for Business
SALA BIBLIOTECA
(primo piano)
14:00 - 16:30
Innovazione nel trattamento delle acque e dei fanghi
a cura di ATIA ISWA, DICEA – Università degli Studi di Napoli Federico II
Area BROKERAGE
14:00 - 18:00
S4 – B2B/R2B Session
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network
Agorà
14:30 - 16:30
Digital Transformation nelle PMI
Supportato da Sellalab, in collaborazione con CAD
SALA CINEMA
14:30 - 17:30
Le nuove sfide della valorizzazione della ricerca: il modello Materias
a cura di Materias
SALA CONVEGNI
(primo piano)
15:00 - 18:00
Lo sviluppo delle nuove tecnologie nelle infrastrutture dei trasporti ed a bordo dei veicoli, per scenari di smart mobility
a cura dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli
SALA RIUNIONI 1
(primo piano)
15:30 - 17:00
R1 – Roundtables Intelligent Energy
a cura di ENEA – Consorzio BridgEconomies, nodo dell’Enterprise Europe Network
SALA BIBLIOTECA
(primo piano)
16:30 - 18:00
Droni, Tecnologie e sistemi per la gestione di crisi
organizzato da Croce Rossa Italiana, Comitato di Napoli
AGORÀ SALA CINEMA SALA DEI 500 AREA ESPOSITIVA
9.00 – 9.30 La sicurezza degli alimenti: la qualità e l’innovazione delle filiere agroalimentari
a cura dell’Ordine Regionale dei Chimici e dei Fisici della Campania

Locandina & Scheda d’iscrizione

9.00 – 9.30
9.30 – 10.00 SCHOOL VILLAGE

Vai all’evento

9.30 – 10.00
10.00 – 10.30 L’importanza delle Cyber Security nello scenario Impresa 4.0
a cura dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli

Locandina in PDF

Registrati

10.00 – 10.30
10.30 – 11.00 10.30 – 11.00
11.00 – 11.30 La potenza dell’incontro
Dialogo con Valentino Magliaro

Vai all’evento

11.00 – 11.30
11.30 – 12.00 11.30 – 12.00
12.00 – 12.30 12.00 – 12.30
12.30 – 13.00 Approccio operativo all’utilizzo dei sistemi aeromobili a pilotaggio remoto per la ricerca e soccorso e la gestione delle emergenze
Organizzato da: Croce Rossa Italiana, Comitato di Napoli

Vai all’evento

12.30 – 13.00
13.00 – 13.30 13.00 – 13.30
13.30 – 14.00 13.30 – 14.00
14.00 – 14.30 14.00 – 14.30
Agorà
9:00 - 14:00
La sicurezza degli alimenti: la qualità e l’innovazione delle filiere agroalimentari
a cura dell’Ordine Regionale dei Chimici e dei Fisici della Campania
SALA CINEMA
10:00 - 12:30
L’importanza delle Cyber Security nello scenario Impresa 4.0
a cura dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli
SALA DEI 500
9:30 - 13:30
SCHOOL VILLAGE
Area ESPOSITIVA
11:00 - 13:30
La potenza dell’incontro
a cura di  Valentino Magliaro
SALA CINEMA
12:30 - 14:30
Approccio operativo all’utilizzo dei sistemi aeromobili a pilotaggio remoto per la ricerca e soccorso e la gestione delle emergenze
Organizzato da: Croce Rossa Italiana, Comitato di Napoli

Crediti formativi

Ad Innovation village si sono tenuti workshop e seminari per cogliere le possibilità offerte dalle nuove tecnologie digitali, capire come adattare le ultime innovazioni alle specificità della propria azienda, affrontare i rapidi cambiamenti del mercato. in collaborazione con gli ordini professionali e università per il rilascio di crediti formativi

CFP - Ordini professionali

Agli Ingegneri che hanno visitato gli spazi espositivi è stato riconosciuto n.1 CFP

La presenza nel padiglione, ai fini del riconoscimento di n. 1 CFP, è stata obbligatoriamente di 1 o più ore. La permanenza di durata inferiore non ha dato diritto a crediti.

La visita si è svolta esclusivamente nei seguenti giorni ed orari.

  • Giovedì 4 Aprile 2019 dalle ore 9.00 alle ore 14.00 
  • Venerdì 5 Aprile 2019 dalle ore 9.00 alle ore 15.00
  • Sabato 6 Aprile 2019 – non è previsto rilascio di CFP per la visita in quanto la manifestazione è terminata presumibilmente alle ore 14.00

Non sono stati rilasciati crediti per coloro che hanno visitato la mostra in orari diversi da quelli sopraindicati onde evitare sovrapposizioni con i convegni in svolgimento.

Per ottenere i CFP per la visita tecnica alla mostra, gli interessati hanno registrato il proprio ingresso, e successivamente l’uscita, apponendo le firme di controllo nei registri presenti nello stand dell’Ordine, esibendo, a richiesta, un documento di identità, secondo le consuete procedure.


L’Ordine è stato, inoltre, tra i partner istituzionali della manifestazione ed è stato presente con un proprio stand espositivo e con tre eventi formativi.

i Crediti Formativi sono stati rilasciati ai partecipanti iscritti all’Albo dei Periti Industriali e dei Periti industriali Laureati  corrispondono a N. 1 Credito per ora di partecipazione.
Gli stessi saranno attribuiti a coloro che si sono registrati regolarmente presso Innovation Village.

La partecipazione al Workshop “La sicurezza degli alimenti: la qualità e l’innovazione delle filiere agroalimentari” ha assegnato N.5 Crediti. Per ottenere i crediti bisognava debitamente compilare la domanda scaricabile al questo link del sito www.phoenixformazione.it. 

In calce alla scheda ci sono le modalità di Iscrizione per ottenere i crediti

È stata attivata la procedura per il riconoscimento di CFP agli architetti partecipanti per i seguenti eventi

  • Le sfide della mobilità sostenibile in Campania
  • Tecniche innovative a servizio dei lavoratori: dalla valutazione dei rischi al reinserimento
  • Sicurezza e nuove forme di lavoro nell’era della trasformazione digitale
  • International Workshop: Green Growth opportunities and challenges for SMEs
  • Le nuove sfide della valorizzazione della ricerca: il modello Materias
CFU - Studenti Universitari
Corso di Studi in Ingegneria Gestionale

L’elenco delle iniziative organizzate nell’ambito della manifestazione Innovation Village – 4-6 aprile presso Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa – prenotabili dagli studenti del Corso di Studi in Ingegneria Gestionale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II per il rilascio di crediti formativi relativi ad “Ulteriori attività formative”.

La certificazione (3CFU) è stata riconosciuta laddove lo studente abbia partecipato e certificato la presenza ad almeno n. 3 tra le seguenti proposte di attività seminariali. È stato necessario mostrare il libretto universitario/o tessera all’accesso in sala.

Sicurezza e nuove forme di lavoro nell’era della trasformazione digitale

a cura di Spazio alla Responsabilità – CSRMed Forum in collaborazione con Inail Campania
Venerdì 5 aprile 2019 dalle 11:00 alle 13:00


Innovazione nel trattamento delle acque e dei fanghi

Evento a cura di ATIA ISWA
Venerdì 5 aprile 2019 dalle 14:00 alle 16:30


La potenza dell’incontro

Evento con Valentino Magliaro
Sabato 6 aprile 2019 dalle 11:00 alle 13:30


Fare impresa e innovazione con il protagonismo delle donne, dei giovani e degli studenti

Evento a cura del Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Napoli Federico II / Start Cup Campania
Giovedì 4 aprile 2019 dalle 14:00 alle 16:30


Quantum Computing – stato dell’arte e possibili applicazioni di una tecnologia disruptive

Evento a cura di Sellalab
Giovedì 4 aprile 2019 dalle 12:30 alle 14:00


Digital Transformation nelle PMI

Evento supportato da Sellalab
Venerdì 5 aprile 2019 dalle 14:30 alle 16:30


Approccio operativo all’utilizzo dei sistemi aeromobili a pilotaggio remoto per la ricerca e soccorso e la gestione delle emergenze

Evento a cura di Croce Rossa Italiana
Sabato 6 aprile 2019 dalle 12:30 alle 14:30

Dipartimento di Medicina veterinaria e Produzioni animali

L’elenco delle iniziative organizzate nell’ambito della manifestazione Innovation Village – 4-6 aprile presso Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa – prenotabili dagli specializzandi del Dipartimento di Medicina veterinaria e Produzioni animali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II per il rilascio di crediti formativi relativi ad “Ulteriori attività formative

La ricerca e l’innovazione tecnologica per lo sviluppo rurale e la tutela dei consumatori: dal campo alla tavola

L’innovazione nelle aziende zootecniche – Benessere animale dry aging e molecole funzionali
Giovedì 4 aprile 2019 ore 12:00



Ambiente e sostenibilità in agricoltura: l’uso delle risorse

Venerdì 5 aprile 2019 ore 10:00


Le nuove sfide della valorizzazione della ricerca: il modello Materias

a cura di Materias
Venerdì 5 aprile 2019 ore 14:30

News

Partner

Le sessioni di incontri B2B e R2B e tavole rotonde tematiche sono un’opportunità ideale per ampliare il network di cooperazione e favorire la progettazione in ambito europeo e nazionale.

Gli incontri B2B e R2B consistono in meeting bilaterali pre-organizzati di 30 minuti, nei quali è possibile per le imprese e la ricerca proporre idee e soluzioni tecnologiche sviluppate, trovare partner nella progettazione e nello sviluppo di nuovi prodotti e processi, incontrare soggetti sulla base di richieste specifiche di innovazione. Le tavole rotonde tematiche – finalizzate ad avviare contatti per collaborazioni su bandi e opportunità nazionali e internazionali – sono appuntamenti su prenotazione e a numero chiuso tra gruppi di imprese, enti e altri soggetti su alcuni temi specifici: manifattura avanzata e digitale, agroalimentare, materiali, energia intelligente, biotecnologie, salute e sicurezza, edilizia sostenibile.

Per l’edizione 2019 è prevista l’organizzazione di un meeting uffciale del SGIE-Sector Group Intelligent Energy della rete EEN. Una numerosa delegazione internazionale di rappresentanti europei con una forte specializzazione sul tema Energia, ma anche ICT e Sustainable Construction, si incontrerà a Innovation Village e prenderà parte agli incontri con le aziende e i centri di ricerca, e ai tavoli tematici del Brokerage Event.

Sviluppo Campania, società in-house della Regione Campania. Il suo obiettivo è concorrere, sulla base delle direttive della Regione, all’attuazione di piani, programmi, progetti e strumenti finalizzati a favorire, promuovere e rafforzare la competitività e lo sviluppo del sistema territoriale regionale.

cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del “Piano di Implementazione e Piano di Comunicazione della RIS3 Campania” – POR CAMPANIA FESR 2014-2020 OT1 – Ricerca e Innovazione

Regione Campania, nel settore delle startup, innovazione e internazionalizzazione organizza momenti di networking fra grandi imprese, starup e innovatori basati su un approccio di open innovation

CASTARRAY “Studi preliminari di fattibilità per il trasferimento di competenze e di tecnologie innovative per l’identificazione di genotipi di castagno”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Luigi De Masi, CNR, IBBR, Portici

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA), Olivicoltura, Frutticoltura ed Agrumicoltura (OFA), Caserta
  • Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale (IBAF) – CNR
  • Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Istituto di Ricerca sugli Ecosistemi Terrestri (IRET), Napoli

Operatori del settore agricolo

  • Impresa Individuale «DI PIPPO Franco», Roccamonfina, CE

Discriminazione mediante analisi genetico-molecolari di castagni campione dell’areale di Roccamonfina e dell’Azienda pilota.
Trasferimento all’Azienda pilota di conoscenze sull’uso e l’utilità della tipizzazione molecolare per l’identificazione varietale.
Studio di fattibilità con definizione dell’oggetto del trasferimento, del suo costo, dei vantaggi e degli strumenti necessari al trasferimento.
Analisi dei fabbisogni mediante esplorazione del mercato.


TEIURE “Tecnologie Innovative per l’Utilizzazione agronomica dei Reflui”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Salvatore Faugno, Dipartimento di Agraria, Unina

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS Galeone Attilio
  • Dipartimento di Agraria, Unina

Operatori del settore agricolo

  • San Felice Soc. Agr. a r.l.
  • Filosa Francesco
  • Diana Francesco
  • Diana Salvatore
  • Tenuta Pontoni dei F.lli Diana Soc. Agr. a r.l.
  • Durante Massimiliano
  • Di Fusco Vincenza
  • Friozzi Francesca
  • Petrella Francesco

La proposta di innovazione ha l’obiettivo di promuovere tutta una serie di innovazioni in grado di migliorare complessivamente la gestione dei reflui zootecnici al fine di garantire il rispetto delle normative e la sostenibilità ambientale delle aziende bufaline campane. Capofila del Team è l’azienda Attilio Galeone, indirizzo produttivo foraggero, con colture predominanti mais da insilamento, erbai temporanei, erba medica, trifoglio e loietto. L’azienda rappresenta una realtà produttiva che si presta ad ospitare le attività progettuali.
Oltre alle fasi di stoccaggio e di spandimento, si prevede la biostabilizzazione della frazione solida separata degli effluenti di allevamento. Tale approccio permetterebbe di riutilizzare la frazione solida come lettiera, oppure come ammendante.


 MARCHI LEG “impiego di leguminose da granella nella dieta di vitelloni Marchigiani: influenza sulle caratteristiche dietetico nutrizionali della carne, con particolare riguardo al profilo acidico dei grassi e al contenuto in C.L.A.”

Responsabile Tecnico Scientifico

Federico Infascelli, Dipartimento di Veterinaria e Produzioni Animali, Unina

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS Istituto di Ricerca e Formazione per il Mezzogiorno Soc. Coop.
  • Dipartimento di Veterinaria e Produzioni Animali, Unina

Operatori del settore agricolo

  • AGRICARETTI
  • Vicario Giorgio
  • Belperio Giovanni

L’iniziativa nasce a partire da tre punti di riflessione:
i. Costi e disponibilità della soia dipendenti dal mercato mondiale.
ii. Notevole interesse per l’impiego delle leguminose da granella, in linea con gli obiettivi fissati dall’UE.
iii. Miglioramento delle qualità nutrizionali della carne, in particolare il profilo acidico dei grassi, punto chiave per la salute del consumatore.


Ottima “Ottimizzazione Gestionale degli Allevamenti Zootecnici per Migliorare il Benessere Animale: Migliorare la Competitività dei Prodotti Primari attraverso Regimi di Qualità”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Fulvia Bovera, Dipartimento di Veterinaria e Produzioni Animali, Unina

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS Grande Michele
  • Dipartimento di Veterinaria e Produzioni Animali, Unina

Operatori del settore agricolo

  • Azienda agro zootecnica Grande Michele

Valutare nuove metodologie e processi proposte dalla comunità scientifica capaci di ottimizzare e migliorare le attuali modalità gestionali e metodologie di allevamento, col fine di incrementare le condizioni igienico-sanitarie ed il globale benessere animale e di ridurne l’impatto ambientale, riuscendo, nel contempo, a rispondere alle reali esigenze aziendali. Obiettivo primario sarà, quindi, il miglioramento delle competitività dei produttori primari integrandoli meglio nella filiera agroalimentare attraverso regimi di qualità e conseguente creazione di valore aggiunto per i prodotti zootecnici.


Tecnoagrico “Nuove tecnologie a supporto di nuove coltivazioni e di nuovi scenari nell’agricoltura moderna”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Francesco Giannino, Dipartimento di Agraria, Unina

 

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS Soc. Agr. Palmieri di Vittorio Palmieri & C. S.a.s.
  • Dipartimento di Agraria, UNINA
  • Operatori del settore agricolo:
  • Soc. Agr. Algasana S.r.l.

Collaudo di un sistema di supporto alle decisioni per l’imprenditore agricolo in riferimento ai parametri ambientali e allo stadio di crescita delle piante con particolare applicazione alle solanacee (melanzana, peperone, pomodoro, ecc.. ) e curcubitaceae (zucchine, ecc..). I sensori, frutto di una tecnologia consolidata, sono costruiti con modelli matematici affidabili, orientati ad aspetti applicativi, e a gradi di complessità crescente.


Drovit “Utilizzo di droni in agricoltura”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Fabrizio Sarghini, Università degli Studi di Napoli Federico II

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS Dipartimento di Agraria, Unina
  • Desà S.r.l.
  • Istituto di Ricerca e Formazione per il Mezzogiorno Soc. Coop.

Operatori del settore agricolo

  • Votino Pasquale
  • Zuzolo Sabatino Franco

il progetto è finalizzato all’utilizzo di droni nel settore vitivinicolo per:
– Acquisire i tramite sensori multispettrali e nel visibile informazioni sullo stato dei vitigni, sulle dinamiche di accrescimento, sui fabbisogni agronomici ed irrigui, finalizzati alla minimizzazione degli interventi fitosanitari, alla ottimizzazione della produzione, alla riduzione dei costi di produzione.
– Utilizzo di AI per l’identificazione di patogeni.
Introdurre interventi di concimazione fogliare per via aerea o tramite lotta integrata
Testare la possibilità di condurre campagne mirate fitosanitarie (in deroga)
Ottimizzare il modello di sviluppo economico.


Carpefime “applicazioni di tecnologie innovative a bassissimo impatto ambientale per il miglioramento del materiale sementiero di carciofo, finocchio, peperone e melanzane.”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Aniello Crescenzi, Dipartimento di Agraria UniBas

 

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS La Semiorto Sementi S.r.l.
  • Dipartimento di Fisica – UNINA

Operatori del settore agricolo

  • Soc. Agr. Iris Garden S.a.s. di Mannara Maurizio &C.
  • Bioagritest S.r.l. -Centro Interregionale di Diagnosi Vegetale

Esigenza nel settore agrario – sementiero di produrre sementi di CARCIOFO PEPERONE-
FINOCCHIO-MELANZANA (CAR.PE.FI.ME) con elevate performance agronomiche e fitopatologiche.
Esigenza di valorizzare e salvaguardare materiale genetico di ecotipi di particolare interesse agronomico, col fine di aumentarne le produzioni agricole nonché coniugare gli interessi del mondo della ricerca con quelli del privato al fine di sostenere lo sviluppo e l’innovazione nel settore agrario-sementiero.


Valbiotec “studi preliminari di fattibilità per il trasferimento di competenze e tecnologie innovative per l’identificazione di genotipi di castagno”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Francesco de Cristofaro, DiAAA, Unimol

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS Soc. Coop. Agr. Castagne di Montella
  • Dipartimento Agricoltura Ambiente e Alimenti – DiAAA UNIMOL

Operatori del settore agricolo

  • Soc. Coop. Agr. Castagne di Montella

Misurare la fattibilità del trasferimento di metodi e tecnologie atti ad avviare virtuosi processi di valorizzazione della biodiversità locale. In particolare il trasferimento di una tecnica per la caratterizzazione genetica semplice, economica ed univoca delle varietà locali. Le applicazioni della tecnica interesseranno il comparto a vari livelli, dal controllo del materiale di propagazione in fase giovanile, alla rintracciabilità delle cultivar nelle fasi della filiera, fino al prodotto trasformato e pronto al consumo, consentendo la creazione di un valore aggiunto per i prodotti castanicoli ed una efficace e mirata promozione dei prodotti nel mercato nazionale ed internazionale.


Mozzasmart “Innovazione di processo dei formaggi a pasta filata con tecnologie open source”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Maria Grazia Volpe, ricercatrice CNR

 

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS Sense Square S.r.l.s.
  • Tecnocad
  • Antonio Vitulano

Operatori del settore agricolo:

  • Val Sele S.r.l.

L’idea progettuale è quella di abbassare questi costi nella trasformazione del proprio latte in formaggi a pasta filata utilizzando semplici sistemi di automazione industriale open source. In particolare, da un lato si dimostrerà la possibilità di meccanizzare la “maturazione” della pasta filata, dall’altro si cercherà di ridurre gli input legati ad energia di origine fossile (calore) necessaria alla produzione della stessa. Verranno utilizzati microcontrollori dal codice sorgente non proprietario in modo da essere facilmente replicabili e a costi bassi.


Innofragrans “Innovazione sostenibile del comparto fragolicolo campano”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Bruno Mezzetti, Dip. Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali – Univ. Marche

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS: Consorzio Jonico Ortofrutticoli Soc. Coop.
  • CIV – Consorzio Italiano Vivaisti
  • L’officina GBS Soc. Coop
  • Università degli Studi di Salerno

Operatori del settore agricolo

  • Soc. Agr. Giò S.s.

Obiettivo generale di INNO.FRAGRANS è quello di introdurre nuove varietà di fragole più adattabili alle esigenze pedo-climatiche della Campania, più resilienti, in grado di garantire produzioni quali-quantitative apprezzabili, ottenibili in un ampio arco di tempo. L’innovazione contribuirà anche ad una diminuzione degli input e al contenimento dei costi economici ed ambientali, al fine di aumentare la competitività della fragolicoltura regionale e orientare sempre più le aziende alle richieste di mercato.


11) Tecniapre “Tecniche Innovative di Controllo ed Agricoltura di Precisione per rendere più Efficiente l’Uso dell’Acqua in Agricoltura nella Gestione di Frutteti”

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Emilio Guerrieri, IPSP – CNR

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS: Soc. Agr. Cuni Oasis dei F.lli Della Porta Patrizio e Davide S.a.s.
  • Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (IPSP)CNR

Operatori del settore agricolo

  • Soc. Agr. Cuni Oasis

La Proposta Innovativa si propone di progettare, introdurre e sperimentare le tecnologie che possano dare risposte alle filiere frutticole relativamente alle problematiche di gestione razionale dei consumi idrici. L’innovazione parte dall’implementazione delle pratiche di Agricoltura di Precisione capaci di ottimizzare gli input sull’uso di fitofarmaci e fertilizzanti riducendo sensibilmente il consumo di acqua per l’irrigazione e migliorando le performance ambientali. Le attività prevedono sistemi di diagnosi precoce, attract and kill e controllo biologico.


12) iCAS – iCARE Agricoltura sociale

 

Responsabile Tecnico Scientifico

Immacolata Lavorgna, ICAS

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS : iCARE cooperativa sociale
  • Università degli Studi di Salerno
  • Istituto di Istruzione Superiore Galilei-Vetrone
  • Istituto di Istruzione Superiore Faicchio-Castelvenere
  • Istituto Comprensivo n.2 di Sant’Agata de’ Goti

Operatori del settore agricolo

  • Impresa agricola Iolanda Fappiano
  • Impresa agricola Corte Ciervo di Stefano Ciervo
  • Mondagri società cooperativa agricola
  • Impresa agricola Marisa Petti

Il progetto iCARE Agricoltura sociale si prefigge l’obiettivo generale di realizzare studi di fattibilità per una fattoria sociale di comunità nella quale sperimentare un modello di agricoltura innovativo e sostenibile in grado di salvaguardare l’ambiente e valorizzare le risorse ambientali e territoriali, inserendo in processi lavorativi soggetti svantaggiati e realizzando attività di tipo terapeutico, sociale ed educativo.
La scelta dell’agricoltura sociale – di favorire cioè il recupero e l’inclusione sociale attraverso il lavoro agricolo – e di aprirsi ad esperienze didattiche, laboratoriali e di contatto con il territorio circostante, risponde pienamente all’idea che il soggetto che attraversa fasi di fragilità e disagio sociale non debba essere relegato in ambienti protetti, lontani dalla comunità, ma possa invece diventare una leva per la costruzione di comunità capaci di accogliere, includere e vivere la solidarietà.
L’idea di specializzarsi nella pratica dell’agricoltura biologica è un’ulteriore affermazione dell’attenzione del partenariato nei confronti del territorio e dell’ambiente nel quale il progetto verrà implementato.
Il progetto avrà quali destinatari finali studenti delle scuole primarie e studenti degli Istituti tecnici del territorio, studenti disabili, disabili non gravi fuoriusciti dall’assistenza socio-sanitaria garantita nel periodo scolastico, bambini affetti da disagi dello spettro autistico, giovani disoccupati di lungo periodo, immigrati stabilizzati sul territorio e immigrati richiedenti asilo, svantaggiati e persone fragili ed emarginate, oltre alla comunità locale quale destinataria di benefici indiretti delle azioni volte fondamentalmente alla coesione sociale.


 Sociapi “Sviluppo di attività apistiche finalizzate all’inclusione sociale di fasce deboli e giovani”

Responsabile Tecnico Scientifico

Pier Antimo Carlino, Conaproa

TEAM DI PROGETTO

  • Capofila ATS: Consorzio Nazionale Produttori Apistici Soc. cooperativa agricola
  • Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Agraria
  • Fondazione Simone Cesaretti

Operatori del settore agricolo

  • Giancarlo Siani cooperativa sociale
  • Gennaro Granata az. agr. individuale
  • “Villa Sorbo” di Salvatore Sorbo

Il progetto ha la finalità di realizzare la diversificazione delle attività agricole in attività riguardanti l’integrazione sociale, l’agricoltura sostenuta dalla comunità e l’educazione ambientale.
Il primo obiettivo del progetto SOCIAPI è sostenere le imprese agricole nel loro processo di diversificazione delle attività e di miglioramento delle prestazioni economiche e di reddito, con particolare riferimento al settore apistico e con il coinvolgimento delle fasce deboli.
L’altro obiettivo è realizzare un nuovo modello organizzativo di impresa agricola sociale sostenibile negli ambiti oggetto dell’intervento avente come destinatari soggetti appartenenti alle fasce deboli (detenuti ed ex detenuti, giovani disoccupati) tramite laboratori ad hoc sui temi ambientali e pratiche in campo per il campionamento di api ed altre attività attinenti la pratica apistica.
Il progetto punta a diversificare il reddito dell’azienda agricola realizzando iniziative volte a coinvolgere progressivamente i beneficiari:
• inizialmente attraverso un percorso didattico-formativo di natura pratica da svolgersi tra aula e campo sulle tecniche apistiche e sulla gestione e cultura di impresa;
• in seguito, assegnando loro un certo numero di unità produttive da gestire per un’intera stagione.

Partecipa nella sezione espositiva con la Task Force Industria 4.0 e Sviluppo Sostenibile. Le Task Force di Ateneo costituiscono uno strumento agile ed efficace per promuovere collaborazioni di ricerca interdisciplinari e realizzare sinergie trasversali tra i dipartimenti, creando integrazioni tra competenze e conoscenze diverse ma complementari. Requisiti, oggi più che mai, indispensabili per ottenere risultati innovativi. Le TFdA rappresentano inoltre uno strumento prezioso per stimolare e sviluppare rapporti con il territorio, condividendo con enti di ricerca, imprese e aziende le enormi potenzialità di competenze sia teoriche che tecniche di ricercatori , per attivare scambi culturali e lo sviluppo di iniziative congiunte.

I Progetti

“Green Farm” Stefania De Pascale, PO Dipartimento di Agraria 

“Innovazione Lidar nell’ambito del monitoraggio ambientale” Guido di Donfrancesco, Responsabile R&D 

“Unina Corse Combustion Team” Luigi Nele [visualizza media]  |   [visualizza il video]

“TecnoAgrico” Francesco Giannino,ricercatore Dipartimento di Agraria 

“Include”  |  “IDEE” Antonio Lanzotti,professore ingegnere  [visualizza le schede]

Diagnosi della IP per le PMI del Mezzogiorno
nell’ambito della Linea 2 del progetto “Patents’ support & promotion (for economic valorization of the academic research)” (PS&P 18-20), patrocinato dal Ministero dello Sviluppo Economico e volto ad aumentare le occasioni di contatto e promozione verso il mondo industriale
“L’Università di Napoli Federico II erogherà un servizio gratuito di diagnosi della IP per le PMI del Mezzogiorno in occasione dell’evento Innovation Village 2019, attraverso la somministrazione di un questionario che individui i punti di forza e di debolezza del patrimonio intangibile dei soggetti intervistati. Tale iniziativa si inserisce nell’ambito della Linea 2 del progetto “Patents’ support & promotion (for economic valorization of the academic research)” (PS&P 18-20), patrocinato dal Ministero dello Sviluppo Economico e volto ad aumentare le occasioni di contatto e promozione verso il mondo industriale.
Al termine dell’analisi verrà redatto un report che illustri alle imprese gli strumenti idonei a valorizzare i titoli di IP di cui sono titolari, sulla base degli elementi critici emersi in fase di consultazione.
In questa sede, verranno altresì presentati i risultati della ricerca scientifica che rientrano nel portafoglio brevetti dell’Ateneo Federico II, al fine di evidenziarne il contenuto industriale e favorirne il processo di trasferimento tecnologico.”

CNR partecipa con il Dipartimento di Scienze Bio-Agroalimentari, l’Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali, l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali, l’Istituto di Chimica Biomolecolare, l’IREA

IV_medaarch_big-01

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) è nata il 3 febbraio del 2016, su iniziativa della Fondazione Unipolis e dell’Università di Roma “Tor Vergata”, per far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitarli allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile. E’ promotrice dell’Innovation Village Award

ATIA_ISWA_tras

Atia-Iswa è l’Associazione che unisce Soci dal settore della gestione dei rifiuti e delle bonifiche; liberi professionisti, imprese, Istituti di Ricerca, e le grandi associazioni di categoria nazionale. L’Associazione si propone come punto di eccellenza nella ricerca, lo studio e la divulgazione delle migliori pratiche attraverso i suoi bollettini, le conferenze, i seminari e i rapporti tecnici e scientifici.

Presentazione dei progetti presenti allo stand
Giovedì 4 aprile

Prevenzione delle malattie professionali da sovraccarico biomeccanico nell’industria della ceramica
Università degli Studi di Napoli Parthenope – Dipartimento di Ingegneria

Le malattie professionali nel comparto ceramico: informazione sul rischio chimico e cancerogeno e promozione della prevenzione
Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

Premi di laurea per gli studenti del Corso di Laurea in Controllo di Qualità, indirizzo Tossicologico-Ambientale, finalizzati alla promozione della cultura della salvaguardia della salute e della sicurezza ambientale, inclusi gli ambienti di lavoro
Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Farmacia

RIQUALIFIRE – Prevenire rischio incendio riqualificazione energetica ambienti di lavoro
Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Architettura


Venerdì 5 aprile

Sicurezza in mare: una campagna di sensibilizzazione e formazione dei lavoratori del settore marittimo sui rischi da esposizione occupazionale a campi elettromagnetici e sovraccarico biomeccanico
Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Fisica

La comunicazione in realtà aumentata per la promozione della sicurezza dei lavoratori dal rischio campi elettromagnetici in ambiente sanitario
Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Fisica

Per una guida sicura dei trattori
Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Agraria

Presentazione dei prototipi realizzati
Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Ingegneria Industriale

sella_sito

Il gruppo Sella, gruppo privato e indipendente che affonda le proprie radici alla fine dell’Ottocento quando, nel 1886, Gaudenzio Sella insieme ad altri sei tra fratelli e cugini fondò a Biella la Banca Gaudenzio Sella & C., è oggi una realtà articolata che opera in diversi business tra i quali banca commerciale, servizi bancari e finanziari, gestione e amministrazione di patrimoni della Clientela privata ed istituzionale, finanza e sistemi di pagamento. Oggi opera con un modello ispirato al nuovo ecosistema aperto dell’innovazione digitale e del fintech, è leader nel mercato italiano nel settore dell’e-Commerce grazie alla sua piattaforma internazionale ed è tra i principali player nei sistemi di pagamento elettronici italiani. Promuove l’imprenditorialità con SellaLab, l’acceleratore di innovazione aziendale e ha lanciato Hype, la sua offerta di Mobile Challenger banking. È stato il primo a lanciare una piattaforma API Open Banking in Italia. Ha promosso a Milano il primo Distretto Fintech italiano, un ecosistema aperto che vuole rappresentare la comunità fintech italiana e sostenere la crescita finanziaria del futuro.

IV_sellalab-01

Sellalab è una piattaforma d’innovazione per le imprese con l’obiettivo di supportarne la crescita, i processi di open innovation e di trasformazione digitale, anche grazie all’interconnessione con startup innovative e con l’ecosistema dell’innovazione.

Nata nel 2013 all’interno del Gruppo Sella, ad oggi conta sedi a Biella, Lecce, Salerno, Milano, Torino e Palermo, ciascuna avente lo scopo di contribuire alla crescita del tessuto imprenditoriale del territorio in cui si inserisce.

OIN_big

Agli Ingegneri che visiteranno gli spazi espositivi verrà riconosciuto n.1 CFP

Per ottenere i CFP per la visita tecnica alla mostra, gli interessati dovranno registrare il proprio ingresso, e successivamente l’uscita, apponendo le firme di controllo nei registri presenti nello stand dell’Ordine, esibendo, a richiesta, un documento di identità, secondo le consuete procedure. La presenza nel padiglione, ai fini del riconoscimento di n. 1 CFP, dovrà essere obbligatoriamente di 1 o più ore. La permanenza di durata inferiore non darà diritto a crediti. La visita potrà essere svolta esclusivamente nei seguenti giorni ed orari.

  • Giovedì 4 Aprile 2019 dalle ore 9.00 alle ore 14.00 
  • Venerdì 5 Aprile 2019 dalle ore 9.00 alle ore 15.00
  • Sabato 6 Aprile 2019 – non è previsto rilascio di CFP per la visita

Non è previsto il rilascio di crediti per coloro che visiteranno la mostra in orari diversi da quelli sopraindicati.

assobio_sito

Assobioplastiche è l’Associazione Italiana delle bioplastiche e dei materiali biodegradabili e compostabili

Materias è un Early Stage Combined Accelerator per l’avvio di start up basate su materiali innovativi. Gestiamo trasferimento tecnologico e attività di consulenza che forniscono servizi di gestione dell’innovazione ai ricercatori di tutto il mondo. Materias investe in nuove iniziative basate sui materiali sostenendo i ricercatori per potenziare le attività di ricerca, attraverso la protezione della proprietà intellettuale, fornendo fondi per l’industrializzazione e l’ingresso sul mercato di prodotti e servizi innovativi.
IZSM_tras

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno è un Ente Sanitario dotato di autonomia gestionale, tecnica ed amministrativa. L’Istituto rappresenta lo strumento operativo del Servizio Sanitario Nazionale per quanto riguarda la sanità animale, il controllo di salubrità e qualità degli alimenti di origine animale, l’igiene degli allevamenti ed il corretto rapporto tra insediamenti umani,animali ed ambiente.

I compiti affidati all’Istituto dalle leggi nazionali sono:

  • Il Servizio diagnostico delle malattie degli animali e di quelle trasmissibili  all’uomo(Zoonosi)
  • La sorveglianza epidemiologica nell’ambito della sanità animale
  • La ricerca sperimentale su eziologia e patogenesi delle malattie infettive ed diffusive degli animali domestici e selvatici
  • Il servizio di laboratorio per analisi microbiologiche e chimiche sugli alimenti di origine animale destinati all’alimentazione umana sui mangimi ad uso zootecnico
  • Igiene delle produzioni zootecniche, igiene degli alimenti di origine animale
  • Il controllo per la presenza in alimenti di origine animale, prodotti di importazione e mangimi, dei contaminanti ambientali (metalli pesanti,  diossina, pesticidi e PCB, micotossine e biotossine algali)
  • La consulenza,l’assistenza e l’informazione sanitaria agli allevatori per la bonifica sanitaria, lo sviluppo ed il miglioramento igienico delle produzioni animali
  • La formazione del personale specializzato nella zooprofilassi e l’aggiornamento di veterinari e di altri operatori
  • La cooperazione tecnica-scientifica con istituti nazionali ed esteri

L’I.Z.S.M. costituisce, inoltre un supporto tecnico-scientifico e operativo per:

  • l’attuazione dei piani di profilassi, risanamento ed eradicazione
  • le azioni di difesa sanitaria e di miglioramento delle produzioni animali
  • la farmaco-vigilanza veterinaria,in stretta collaborazione con i Servizi Veterinari delle Aziende Sanitarie Locali
  •  Lo sviluppo di misure di polizia veterinaria

PER CHI LAVORIAMO

Ministero della Salute / Istituto Superiore di Sanità / Regioni / Aziende Sanitarie Locali / Allevatori e Produttori di alimenti di origine animale/ Produttori di beni e servizi per la zootecnia animale.

Attività diagnostiche

L’Istituto esegue indagini diagnostiche  per conto terzi anche attraverso Convenzioni e/o Prestazioni occasionali.

Tutte le indagini offerte vengono eseguite utilizzando metodiche ufficiali riconosciute ed accreditate dalle norme vigenti.

L’Istituto Sperimentale del Mezzogiorno(I.Z.S.M.) ospita presso la Sezione Diagnostica Provinciale di Salerno, il Centro di Referenza Nazionale sull’igiene e le tecnologie dell’allevamento e delle produzioni bufaline.

Il Centro,istituito con provvedimento del Ministero della Salute l’8 maggio 2002, è destinato, attraverso l’erogazione di servizi tecnico-scientifici ed attività di ricerca, alla tutela, promozione e valorizzazione della specie bufalina e delle sue produzioni.

Agribiom è una start-up innovativa ,nata nel 2018, vincitrice della prima edizione del premio Circular Economy Network destinato a neo-imprese generate dalla ricerca che svolgano attività nell’ambito dell’economia circolare.

L’industrializzazione, la commercializzazione e l’applicazione della soluzione proposta da Agribiom si inserisce in un quadro di sviluppo dell’agricoltura biologica in forte crescita in Italia.

Si occupa di produzione ecocompatibile di bio-spray pacciamante da fonti rinnovabili e scarti agro-industriali, in alternativa all’uso di plastiche di origine petrolifera non biodegradabili che generano elevati danni ambientali.

Nel cuore della città di Cava de’ Tirreni, in uno spazio dinamico e moderno, nasce il primo Centro per l’Artigianato Digitale (CAD) d’Italia.

Il CAD è un Centro di innovazione, hub formativo e tecnologico, pensato per aiutare il rilancio delle attività artigianali in chiave innovativa, attraverso il digitale e le nuove tecnologie.

Attraverso servizi di formazione e assistenza tecnologica, promozione, organizzazione di eventi, commercializzazione, consulenza, marketing e comunicazione, le aziende e gli artigiani sono guidati verso percorsi di aggiornamento sull’utilizzo del digitale per le nuove professioni artigianali.

Il Centro per l’Artigianato Digitale vuole essere un esempio concreto di come la tradizione e l’innovazione possano, non solo coesistere, ma insieme rappresentino la vera chiave per la crescita e il rilancio delle attività produttive.

IV-vesta3

Presentazione del progetto VESTA, dei partner coinvolti e delle soluzioni tecnologiche attualmente disponibili e applicabili al campo dei beni culturali nei settori di salvaguardia, diagnostica, prospezioni e fruizione.

Sono presentate le potenzialità di alcune tecnologie e l’importanza dell’integrazione tra queste, per l’indirizzamento in modo consapevole ed efficace delle attività, ordinarie e straordinarie, dei gestori di beni culturali e degli enti con responsabilità su tali beni.

Le competenze tecnologiche, messe a disposizione dai partner di VESTA, si basano su:

  • Strumenti di osservazione della terra, quali satelliti (ottici e radar) e droni, per attività di salvaguardia
  • Radar e metodologie geoelettriche, per ispezioni del suolo
  • Realtà Virtuale e mobile APP, per gli aspetti di fruizione

Il tavolo di lavoro si propone di presentare ad aziende, designer e gruppi di ricerca un nuovo materiale termoplastico, realizzato con un approccio di economia circolare a partire da scarti di materiali termoindurenti, in particolare l’FRP – diffusamente usato per imbarcazioni – l’EPS e l’ABS, utilizzati nelle filiere nautica e ittica, e comunemente utilizzati per imballaggi e altri prodotti di largo consumo. </em>

<em>Un materiale che, oltre ad essere completamente green, viene arricchito dall’utilizzo di bioinchiostri che gli conferiscono nuove funzionalità, tra cui la profumazione a lento rilascio, la capacità di cambiare forma, l’antibattericità.

giffoni_sito

Viene fondata nel gennaio 2015 da Luca Tesauro, Orazio Maria Di Martino e Roberto Esposito. Le loro esperienze professionali, maturate nell’ambito di eventi internazionali dedicati ai giovani e nella costruzione di startup innovative, si fondono nell’immaginare, strutturare e rendere operativa una mission aziendale orientata a fornire servizi nel campo delle industrie culturali e creative e della social innovation.

L’azienda opera nel mercato nazionale e internazionale con sedi a Giffoni Valle Piana, Napoli e Milano, e rappresenta un polo strategico e operativo in grado di elaborare, valorizzare e supportare progetti, eventi e format nel mondo della creatività, della cultura digitale e dell’innovazione. Il portfolio di Giffoni Innovation Hub vanta collaborazioni e risultati significativi, con prestigiosi progetti costruiti insieme a clienti e partner di rilievo.

School Factor è un progetto di formazione all’imprenditorialità attraverso percorsi di cultura digitale e d’impresa ideato e promosso da Giffoni Innovation Hub. Un percorso di coaching, supportato dall’esperienza di partner, mentor e formatori professionali, che incoraggia e stimola la proposta di iniziative progettuali da parte di giovani studenti degli ultimi anni delle scuole secondarie di secondo grado.

Il progetto offre agli studenti strumenti e competenze innovative per poter esprimere al meglio le proprie idee, che siano start-up d’impresa, progetti di comunicazione multimediale, format, ecc.

Il programma dei laboratori ha lo scopo di fornire conoscenze di base e competenze avanzate per la creazione e sviluppo di imprese innovative e startup digitali. A monte, negli istituti coinvolti, è prevista una prima fase di contest (‘call for ideas’) per idee e startup d’impresa su tematiche condivise con i dirigenti scolastici.

Tra le skills da implementare negli studenti si lavora particolarmente su:

  • Innovation Mindset
  • Idea Generation
  • Sviluppo dello spirito imprenditoriale
  • Approccio culturalmente fondato ai linguaggi multimediali
  • Potenziamento delle competenze digitali
  • Sviluppo delle soft skills
  • Business development
  • Idea Generation
  • Digital Storytelling
  • Team Building
  • Pitch presentation
  • Corporate Networking

Il tutto avverrà attraverso un percorso formativo dedicato agli studenti (e agli insegnanti ove richiesto) con workshop e laboratori, applicando modalità tipiche degli acceleratori d’impresa.

Gli studenti acquisiranno così nuove competenze e potranno dar sfogo alla propria creatività, lavorando su un’idea al fine di trasformarla in un vero e proprio progetto imprenditoriale.

Le migliori idee potranno accedere alle finali regionali, nazionali e internazionali del progetto.

CampaniaDIH_social

L’obiettivo del Campania DIH è creare una comunità collaborativa incentrata sulle tecnologie digitali e sui nuovi modelli di business in grado di migliorare la competitività delle imprese, indirizzandole verso i partner che possono aiutarle durante il percorso di trasformazione digitale. Un’attenzione particolare è rivolta alle PMI, che talvolta hanno difficoltà ad identificare le loro criticità o le potenzialità o a raggiungere i provider di innovazione.

Start Cup Campania è il Premio per l’Innovazione promosso dall’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, dalla Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, dall’Università degli Studi di Napoli “PARTHENOPE”, dall’Università degli Studi di Napoli “SUOR ORSOLA BENINCASA”, dall’Università degli Studi del Sannio, dall’Università degli Studi di Salerno e dall’Università degli Studi di Napoli l’Orientale e finalizzato a mettere in gara gruppi di persone che elaborano idee imprenditoriali basate sulla ricerca e l’innovazione.
E’ una vera e propria business plan competition il cui obiettivo è quello di sostenere la ricerca e l’innovazione tecnologica finalizzata allo sviluppo economico e alla nascita di imprese ad alto contenuto di conoscenza. La gara si inserisce nel contesto del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), una competizione analoga organizzata a livello nazionale da diverse università italiane, alla quale prendono parte i vincitori delle edizioni locali.
Start Cup Campania prevede varie  tipologie di premi; è possibile iscriversi fino al 23 aprile 2019

Il “Premio Best Practices per l’Innovazione” nasce nel 2006, su iniziativa del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno, con l’obiettivo di diffondere la “cultura” dell’innovazione e promuovere l’utilità dei processi innovativi al mercato, pubblico e privato, attraverso la presentazione di casi reali di innovazione realizzati dalle imprese del settore Servizi. I soddisfacenti esiti conseguiti nel corso delle prime edizioni e le richieste pervenute dalle aziende manifatturiere favoriscono la revisione del format originale, determinandone l’apertura anche alle imprese di produzione, alle startup e agli spin-off.

Nel corso degli anni il Premio esce dai confini territoriali provinciali e diviene un punto di riferimento nel sistema Confindustriale campano e nazionale contribuendo a creare, grazie al supporto di numerosi e qualificati partner nazionali e internazionali, un vero e proprio ecosistema dell’innovazione, capace di approcciare al mercato internazionale con ben tre missioni in California, due delle quali in Silicon Valley.

L’evento finale del Premio si articola su due giornate, durante le quali i partecipanti hanno la possibilità di presentare la propria case history ad imprenditori, influenzatori, investitori, e sviluppare relazioni all’interno del “networking” del Premio.

In un’ottica di integrazione con le realtà nazionali più dinamiche, il Premio è il “luogo” in cui domanda e offerta di innovazione si incontrano, e i diversi attori dell’ecosistema si confrontano in maniera diretta, mettendo a disposizione concrete opportunità per i partecipanti o facendo scouting di progetti.

Crowdfunding formazione è una società di consulenza e formazione che opera, a livello nazionale, per lo sviluppo di idee e progetti di crowdfunding:

  • donation
  • reward
  • equity

All’analisi strategica si affianca lo sviluppo operativo delle diverse attività, realizzate in team con partener nazionali.

Dall’analisi allo sviluppo, seguiamo in partnership, i molti aspetti della materia, cercando soluzioni adatte alle diverse esigenze.

Crediamo che l’esperienza diretta aiuti ad apprendere e favorisca la socializzazione creativa. Nel corso dei nostri incontri, sviluppiamo momenti operativi, volti alla realizzazione di idee progettuali. Il corso base ha come obiettivo far conoscere e comprendere cosa sia questo strumento e quali siano le leve del successo per lo sviluppo di progetti.

Siamo presenti nello sviluppo e diffusione delle attività di ricerca e supportiamo studenti universitari nel percorso di tesi.

Campania NewSteel è l’incubatore certificato ai sensi del Decreto Crescita 2.0 promosso da Città della Scienza e dall’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Mette a sistema l’esperienza ventennale di Città della Scienza sulla creazione di impresa – Best Science Based Incubator d’Europa nel 2008 e supporto alla nascita di circa 150 imprese – con le infrastrutture di ricerca, le competenze eccellenti e la grande capacità di produzione di talenti e di innovazione della Federico II.

Rappresenta uno strumento in grado di connettere startup e spinoff con opportunità di sviluppo tecnologico e di business, nonché una delle principali strutture nazionali a supporto della nascita e dello sviluppo di startup e spinoff innovativi.

E-LISA Srl è una start-up innovativa costituita il 27 settembre 2016. La società opera nel settore dei servizi ICT di supporto alla medicina; in particolare si occupa di ricerche scientifiche nell’ambito della traumatologia e dello sviluppo di sistemi ICT specificamente concepiti per applicazione critiche nell’ortopedia. La soluzione tecnologica sviluppata da E-LISA Srl è un insieme di servizi per la diffusione della conoscenza e per la pianificazione pre-operatoria nell’ambito della chirurgia ortopedica con l’ausilio di stampa 3D e di software dedicati. Data la presenza nella compagine sociale di un esperto di chirurgia dell’arto superiore, il primo distretto anatomico su cui E-LISA Srl ha iniziato il suo lavoro di ricerca e sviluppo è la spalla. Il progetto E-LISA, acronimo di E-Learning Interactive Surgeon Assistant, ha inizio da una notevole attività di ricerca e dall’esperienza sul campo sviluppata dai soci fondatori.

E-LISA Srl conduce ricerche e sviluppa soluzioni digitali per migliorare la vita di pazienti che hanno subito gravi traumi all’apparato scheletrico. Il valore che E-LISA Srl offre al mercato è la capacità di migliorare notevolmente l’accuratezza dei sistemi di diagnosi e di approccio chirurgico al fine di minimizzare gli esiti negativi di interventi chirurgici complessi. La tecnologia di E-LISA Srl consente di approfondire, con metodo e razionalità, la patomeccanica delle fratture, pianificare con estrema accuratezza gli interventi chirurgici minimizzando la possibilità di errore, simulare in anticipo gli interventi chirurgici scovando eventuali insidie prima di entrare in sala operatoria. E-LISA offre il supporto necessario ai chirurghi ortopedici per affrontare serenamente interventi estremamente complessi.

L’obiettivo di E-LISA Srl è di offrire un supporto informatico che dia la possibilità di standardizzare la diagnosi delle fratture e di associare automaticamente l’approccio chirurgico più adatto per minimizzare errori che impattano negativamente sulla salute dei pazienti e sui sistemi socio-sanitari. E-LISA Srl è un’azienda in continuo aggiornamento e l’innovazione è parte integrante del suo lavoro.

La soluzione

Ricerca scientifica

La ricerca scientifica è la base su cui è possibile generare servizi e prodotti innovativi. La forza di E-LISA è nell’approccio ingegneristico nei confronti della materia medica; grazie all’utilizzo di strumenti innovativi, spesso provenienti da altri settori, E-LISA è in grado di offrire alla comunità scientifica ricerche innovative e approcci originali alle tematiche più complesse.

Partendo dal forte bisogno di miglioramento in tale contesto, i soci di E-LISA Srl hanno sviluppato negli anni una importante attività di ricerca avvalendosi di un qualificato team che ha coinvolto ingegneri meccanici, gestionali, esperti di trasformazione digitale e i migliori chirurghi e radiologi del settore. Sono stati presi in esame 300 casi di frattura del terzo prossimale dell’omero, calcolandone le variabili e immettendo nel sistema le procedure di gestione del trauma, dalle più utilizzate alle più innovative e rare.

Su tali basi, la ricerca ha portato allo sviluppo di un algoritmo che consente di riconoscere la gravità – l’indice di severità – della frattura e di indicare automaticamente l’approccio chirurgico più adatto. Sono stati effettuati, quindi, test sperimentali e controlli sul corretto funzionamento dell’algoritmo. Tale studio ha rivelato dati positivi: l’algoritmo ha funzionato correttamente nel 98% dei casi. Lo studio scientifico, gli esami e i test sono stati pubblicati sul Journal of Shoulder and Elbow Surgery, rivista internazionale – impact factor 2.730 – dato che rappresentano una importante innovazione nel settore.

Grazie al know how acquisito e alla collaborazione del prof. Raffaele Russo, chirurgo ortopedico di fama internazionale, il team di E-LISA è oggi in grado di effettuare ricerche scientifiche su altri distretti corporei come l’anca, il ginocchio, la caviglia e il gomito.

Prodotti e Servizi

Grazie alle ricerche condotte, E-LISA è riuscita a sviluppare un insieme di servizi e prodotti innovativi:

  • Piattaforma digitale per la diffusione della conoscenza e per la fruizione via web dei servizi
  • Pianificazione pre-operatoria virtuale 3D
  • Riproduzioni in stampa 3D di modelli anatomicamente realistici
  • Realizzazione in stampa 3D di guide chirurgiche custom-made biocompatibili

Tali servizi offrono al chirurgo ortopedico le informazioni necessarie per affrontare con successo interventi chirurgici complessi.

La piattaforma E-LISA (E-Learning Interactive Surgeon Assistant)

Sulla piattaforma digitale E-LISA è presente un’ampia sezione dedicata all’insegnamento elettronico. L’identità visiva e la user experience della piattaforma sono state appositamente studiate per garantire una facile comprensione dei contenuti e un pratico utilizzo da parte del target di riferimento. Attraverso la piattaforma E-LISA, l’utente potrà usufruire dei servizi di pianificazione pre-operatoria virtuale e tangibile attraverso il sistema informatico di invio delle scansioni TC sviluppato da E-LISA Srl.

Obiettivi della piattaforma

  • Diffondere studi scientifici con linguaggi semplici e intuitivi
  • Semplificare il flusso di lavoro del chirurgo
  • Fornire una visione oggettiva del trauma attraverso un documento 3D interattivo
  • Trasferire un approccio ingegneristico al trattamento chirurgico dei traumi
  • Fornire una visione a 360° gradi del problema attraverso l’utilizzo di strumenti innovativi (modelli 3D virtuali e tangibili generati dall’esame TC)
  • Attivare un percorso di e-learning per i chirurghi più giovani
  • Contribuire alla penetrazione delle nuove tecnologie nel settore biomedicale in particolare negli aspetti legati alla chirurgia ortopedica

Pianificazione pre-operatoria virtuale 3D

La pianificazione pre-operatoria virtuale viene realizzata dal team di ingegneri di E-LISA Srl in collaborazione con il team medico del Pineta Grande Hospital di Castel Volturno. In particolare E-LISA fornisce al chirurgo un file 3D con la ricostruzione 3D della frattura (ricostruita dai dati TC del paziente), una simulazione virtuale della chirurgia da effettuare comprensiva di strumenti per la ricostruzione ossea o di dispositivi protesici, informazioni riguardanti le dimensioni e il posizionamento corretto degli strumenti, una scheda riassuntiva con gli strumenti da impiantare, un serie di link a video di casi simili presenti sulla piattaforma digitale di E-LISA. Effettuare una pianificazione pre-operatoria virtuale o tangibile permette al chirurgo di conoscere in precedenza e con maggior precisione la conformazione della frattura, la sua gestione, l’indice di severità, le criticità e le insidie; inoltre il chirurgo conoscerà le misure e il corretto posizionamento degli strumenti da utilizzare (placche, viti, protesi). Questi vantaggi permettono di risparmiare tempo (ca. 1h) e di ottimizzare i costi dell’operazione; spesso durante un’operazione di chirurgia di spalla il chirurgo è costretto a provare diversi tipi di strumenti, essendo materiale sterile e sigillato, una volta aperta la confezione la struttura dovrà acquistare obbligatoriamente il prodotto.

Riproduzione in stampa 3D di fratture

La stampa 3D dei modelli delle fratture può essere realizzata con diversi materiali e in diverse scale di grandezza a seconda dello scopo che deve servire. Con i modelli 3D di E-LISA il chirurgo potrà comunicare al meglio con il proprio team pianificando le manovre da effettuare in sala operatoria ed eventualmente simulare la chirurgia sul modello stesso. Potrà inoltre mostrare ai pazienti un esame diagnostico comprensibile e oggettivo ottenendo un consenso realmente informato. I modelli 3D di E-LISA possono anche essere usati a scopi didattici e formativi.

Guide chirurgiche in Stampa 3D con materiale Biocompatibile

La progettazione di guide chirurgiche custom-made in materiale biocompatibile viene realizzata dal team di esperti di E-LISA e in confronto continuo con il chirurgo che dovrà eseguire l’intervento, conferendo i seguenti vantaggi:

  • Risoluzione di casi complessi
  • Estrema precisione dell’intervento
  • Servizio di progettazione unico e personalizzato per il caso chirurgico
  • Migliore out-come clinico
  • Minimizzazione dei rischi per complicanze intra-operatorie e post-operatorie

Con le guide chirurgiche stampate in 3D il chirurgo ha a disposizione uno strumento unico, custom-made, ad hoc per il paziente, con cui risolvere casi estremamente complessi con grande precisione.

Iv_oasis_logo

La OASIS SRL  fondata nel 2004 è una PMI Innovativa, iscritta all’anagrafe nazionale delle Ricerche del MIUR, organismo di consulenza agricola MIPAF.

Un gruppo di professionisti che hanno  messo in comune le proprie conoscenze per offrire consulenze avanzate alla PMI, in Ricerca e Sviluppo;

OASIS srl centro di Ricerca e Sviluppo è specializzata nell’affiancare le PMI per progettare innovazione e piani di sviluppo anche attraverso strumenti di finanza agevolata, affianchiamo le PMI per progettare innovazione di processo e di prodotto in queste aree:

  • tecnologia in agricoltura sostenibile e di precisione
  • salute e scienze della vita, biotecnologie;
  • sicurezza e qualità della vita nel territorio.
  • tecnologie del mare;
  • energie da fonti rinnovabili

Mnemosyne3D è un’impresa innovativa che nasce nel 2015 con lo scopo di far convergere passato e futuro attraverso soluzioni innovative e digitali per la valorizzazione e la fruibilità del nostro inestimabile Patrimonio culturale. Mnemosyne3D mostra un forte impegno nella documentazione e nella divulgazione del Patrimonio culturale, ponendosi al servizio di Missioni archeologiche italiane ed estere, Musei, Enti ed istituzioni pubbliche, Università e centri di ricerca, distretti culturali. Mnemosyne3D fornisce servizi che spaziano dall’ambito archeologico al design manifatturiero, all’architettura e all’ingegneria. Attraverso l’apporto di collaborazioni multidisciplinari, Mnemosyne3D mira alla creazione di una rete, con soluzioni innovative applicabili sul territorio nazionale e internazionale.

Progetti in corso

TiDeApp, piattaforma smart per la creazione di itinerari personalizzati in distretti culturali minori, regionali e nazionali.

Servizi

Archeologia e Beni Culturali

L’esperienza maturata dal team nel campo dello scavo stratigrafico e della documentazione archeologica si integra con l’applicazione di tecnologie digitali.

  • Documentazione digitale e acquisizione tridimensionale (rilievo 3d con fotogrammetria, scansione 3D con scanner professionale).
  • Catalogazione, documentazione grafica e fotografica di strutture e reperti archeologici (database digitali).
  • Modelli tridimensionali delle aree di scavo archeologico.

 

Progettazione culturale

Affianchiamo imprese e associazioni culturali, enti e istituzioni pubbliche in progettazione, nazionale ed europea, nel settore della cultura e del turismo. Grazie alla rete di partner e collaborazioni sul territorio forniamo consulenza specifica e realizziamo progetti integrati.

  • Progettazione in ambito culturale per la fruizione e la valorizzazione del Patrimonio culturale.
  • Progettazione sulla digitalizzazione dei Beni culturali attraverso servizi innovativi.
  • Sviluppo e progettazione App dedicate per Musei, Missioni archeologiche, istituzioni pubbliche, progetti avviati nel settore turistico-culturale.
  • Digitalizzazione di itinerari turistici in territori dalla forte presenza culturale.
  • Sviluppo sistemi di realtà virtuale ed aumentata.

 

Fabbricazione digitale

Mnemosyne3D utilizza strumenti innovativi della Fabbricazione Digitale e dell’industria 4.0 (Prototipazione rapida, Scansione 3D, Modellazione 3D, Stampa 3D ecc.). Nell’applicazione di tecnologie innovative a contesti archeologici e museali si è distinta per la realizzazione di progetti italiani ed esteri in collaborazione con Università, enti pubblici e musei. Sempre alla ricerca di tecnologie innovative Mnemosyne3D offre riproduzioni in materiali plastici monocromatici e full-color di alta qualità, riproduzioni in materiali simili agli originali, come ceramica, marmo, legno e metallo.

  • Reverse engineering applicato ai settori dell’arte, dell’architettura del design manifatturiero e nel campo dei Beni culturali. Modellazione CAD e CAD 3D.
  • Applicazione di tecnologie di rilievo3D: Fotogrammetria, Laser Scanner, Scanner 3d a luce strutturata ad alta definizione.
  • Stampa 3D in diverse tecnologie, FDM, SLA, SDL, CJP, ICC.
    • Realizzazione di modelli tridimensionali e repliche realistiche di reperti per spazi espositivi.
    • Allestimenti percorsi museali alternativi e percorsi tattili per ciechi e ipovedenti.
    • Realizzazione modelli per il restauro parziale di reperti.
    • Realizzazione modelli per laboratori didattici con le scuole e per la didattica nei musei.
    • Applicazione di tecnologie di stampa 3d per studio e ricerca.
IV-hopera-01

H-OPERA S.R.L. È una start-up innovativa nonché spin-off dell’ Università degli Studi di Salerno, ente accademico attivo sin da sempre nel campo della ricerca e dell’innovazione e che può vantare innumerevoli lavori internazionali. Proprio in luce di ciò, l’attività di ricerca e sviluppo di H-OPERA è sempre in movimento; disponiamo di personale altamente qualificato, laboratori , strutture e macchine in grado di rispondere a qualsiasi esigenza di ricerca intesa a 360 gradi. Le attività fin ora condotte nel campo della biomeccanica hanno portato in primo luogo alla brevettazione della dima vertebrale SPINE SOLUTION nonché alla pubblicazione di svariati paper nel campo della biomeccanica, dell’analisi posturale e dell’acquisizione ed elaborazione di dati antropometrici. Grazie alla professionalità e alle competenze del team Unisa, H-OPERA porta tutt’ora avanti nuovi progetti di ricerca che mirano all’ottimizzazione ed innovazione nel campo della chirurgia.

Forte della collaborazione di spin-off con l’Università degli Studi di Salerno (e più precisamente con il dipartimento di Ingegneria Industriale), e di profili professionali altamente qualificati nella progettazione biomeccanica, H-OPERA è in grado di fornire soluzioni innovative volte all’ausilio alla chirurgia al planning operatorio e all’ Health-care in genere.
Il nome della nostra azienda è un’esortazione alla sicurezza e alla tranquillità: “opera!” ma allo stesso tempo vuole comunicare che le nostre attività sono una vera e propria “opera”.

Progetti in corso

DIMA

H-OPERA ha realizzato e brevettato un’innovativa guida chirurgica per l’implantologia delle viti peduncolari in tutti quegli interventi dove è necessario optare per l’artrosi vertebrale. La Dima “usa e getta” Spine Solution è realizzata a partire dalle indagini TC o RM dello specifico paziente, è realizzata in materiale biocompatibile ed è utilizzabile con qualsiasi strumentario chirurgico.
Spine solution è un dispositivo medico su misura. Con la nostra guida chirurgica Spine Solution il chirurgo non dovrà fare altro poggiare il device sulla vertebra di interesse ed inserire le viti peduncolari in tutta sicurezza evitando la tediosa routine di verifica di traiettoria mediante i controlli radiografici in sala operatoria.

Altri servizi

A partire da indagini TC o RM (anche di specifici pazienti), siamo in grado di ricostruire in 30 e con assoluta precisione, tutte le strutture desiderate con particolare attenzione alle strutture ossee. Da tale ricostruzione in ambiente 30 è altresì possibile generare output in realtà virtuale.
La ricostruzione e la prototipazione biofedele si presta così a fornire al chirurgo una visione dei tratti interessati che risulterebbe impossibile ottenere diversamente.

IV_netcoa

Net Company Associated, in sigla NETCOA, è un’associazione datoriale che intende far politica a favore delle Micro, Piccole e Medie Imprese, dei liberi professionisti e delle nuove figure professionali che puntano all’innovazione ed all’internazionalizzazione come fattori strategici. Rappresentare e curare gli interessi delle imprese e dei professionisti di questo tempo significa offrire servizi innovativi e competitivi radicati in diversi territori, facendo della identità italiana un elemento competitivo,distintivo e di valore che necessita di riconoscimento e di supporto in un’azione internazionale globale.

Servizi

La Netcoa è in grado di assicurare una gamma completa di servizi e prodotti utili ed innovativi, strutturati sulle reali esigenze delle nostre categorie di associati. La tipologia dei servizi varia dalla consulenza direzionale ed assistenza alle imprese, dall’avviamento dell’attività all’innovazione del business, dalla ristrutturazione finanziaria allo sviluppo della strategia dell’internazionalizzazione.

Consulenza aziendale startup e PMI innovative

Analisi dettagliata delle specifiche di business e configurazione di un nuovo impianto organizzativo.

  • valutazione idea
  • finanziamenti ordinari ed agevolati
  • business plan
  • creazione strategia marketing e comunicazione
  • consulenza registrazione marchi e brevetti
  • Organizzazione di eventi, seminari e giornate formative dedicate alle start up con progetti innovativi
  • Possibilità di fornire assistenza alle start up con il metodo work for equity

Finanziamenti ordinari ed agevolati

Consulenza ed assistenza del cliente in tutte le fasi dell’iter di scelta ed accesso ai fondi stanziati dagli organi competenti in materia di leggi agevolative (contributi a fondo perduto, dai bonus fiscali e dai finanziamenti a tasso agevolato) fino alla presentazione della domanda e alla rendicontazione finale.
MICROCREDITO > Finanziamento assistito – FINO A € 35.000 – che consente l’accesso al credito ai “soggetti non bancabili”, ossia a coloro che hanno difficoltà a rivolgersi alle normali istituzioni finanziarie, non potendo fornire le garanzie richieste.

Digitalizzazione e comunicazione web

Web Reputation

  • Analisi, monitoraggio e certificazione della Reputazione e del consenso digitale

Comunicazione Web

  • Web marketing
  • Social media marketing
  • Gestione Piattaforme E-commerce, vendita on-line, spedizioni
  • Digitalizzazione e gestione di identità
  • Comunicazione e marketing pianificato per aziende, professionisti ed attività commerciali

Servizi per il Web

  • Realizzazione siti web
  • Realizzazione siti e-commerce
  • Software gestionali
  • Software gestione logistica e spedizioni
  • Servizi grafici, tecnici e audiovisivi

Sviluppo di impresa ed accesso nella grande distribuzione

Consulenza, marketing, comunicazione e campagne commerciali per le imprese italiane ed estere al fine di accedere al mercato della Grande Distribuzione Italiana.

Credit management

Cessione e smobilizzo della liquidità per le PMI vantanti un credito nei confronti di una P.A.

Internazionalizzazione

  • Business plan aziendale con analisi patrimoniale, economica e finanziaria
  • Attività di business intelligence per comprendere il settore ed analizzare il mercato di investimento
  • Definizione del progetto di accesso a nuovi mercati (UE, USA, SUD-AMERICA, RUSSIA, BALCANI, FAR EAST ASIA, AUSTRALIA) e del modello di business per la competitività dell’azienda all’estero.

Business introducer

creazione di eventi, format, seminari di consulenza nazionali ed internazionali che facilitano lo sviluppo del business e la consapevolezza del brand, in italia ed all’estero.

Organizzazione eventi glocal

netcoa è promotore e main sponsor di eventi nazionali ed internazionali dedicati all’innovazione, in particolare al mondo delle start up e delle pmi innovative, alla digitalizzazione e alla valorizzazione del made in italy.

  • format heroes meet in maratea
  • start up grind
  • innovation day
  • innovation party, nell’ambito dell’innovation village
  • missioni all’estero:
    • premio eccellenza italiana
    • “italia incontra brasile”: incontri istituzionali, meeting, interviste alle imprese ed ai professionisti in un workshop sull’innovazione.

Consulenza, progettazione e realizzazione di sistemi di gestione

  • qualità (uni en iso 9001)
  • ambiente (uni en iso 14001 e emas)
  • sicurezza (bs ohsas 18001) | (uni iso 45001)
  • anticorruzione (uni iso 37001)
  • integrati (ambiente sicurezza qualità)
  • energia (iso 50001)
  • responsabilità sociale (sa 8000)
  • sicurezza stradale (iso 39001)
  • e altri schemi di certificazione

Privacy

assistenza nel processo di compliance gdpr (general data protection regulation):

  • check analisi privacy interna ed esterna
  • analisi dell’infrastruttura informatica e stima dell’adeguatezza
  • interventi di adeguamento nella misura prevista dal regolamento ue 679/2016.

Responsabilità amministrativa enti

redazione e supporto all’implementazione di un modello organizzativo e gestionale (mog) per la prevenzione dei reati ai sensi del d.lgs. 231/2001.

Servizi sindacali

  • consulenza aziendale giuslavoristica e fiscale
  • assistenza contrattuale:
    • contrattazione collettiva di 1° e 2° livello, certificazione dei contratti di lavoro
  • paghe e contributi
  • consulenza ed assistenza per la risoluzione delle controversie di lavoro in sede stragiudiziale e gestione colf e badanti
  • apertura, trasformazione, sospensione e chiusura rapporto di lavoro domestico
  • elaborazione cedolini paga
  • stampa ed invio mav per pagamento contributi lavoro domestico
  • gestione del libretto di

Network legale

assistenza legale a 360° attraverso un variegato network di professionisti operativi su tutto il territorio nazionale.

Agenzia per il lavoro

attività di somministrazione di lavoro: fornitura del personale alle aziende di tutti i settori e categorie.

Formazione

  • piattaforma e-learning di formazione
  • corsi di formazione per le nuove figure professionali del settore digitale
  • corsi di formazione obbligatori anche in modalità fad (sicurezza e haccp)
  • piattaforma e-learning del gruppo euroconference per corsi per professionisti con crediti formativa

Editoria

  • manuali formativi ed informativi sulla 81/08
  • editoria tecnico-scientifica ed editoria commerciale
  • e-book sulla cultura del digitale

Servizi fiscali e previdenziali

  • assistenza fiscale e servizi caf
  • fatturazione elettronica
  • assistenza previdenziale

 Consulenza assicurativa

consulenza e strumenti assicurativi per le imprese:

  • garanzie
  • protezione digitale
  • alluvioni e terremoti
  • indennizzi perdite profitti
  • riparazioni, tutela e ripristino danni attività
  • rc professionale
  • all risk azienda
  • tfm
  • tfr
  • rct prodotti
  • welfare aziendale: mutua sanitaria per titolare e dipendenti aziendali

Cessione del quinto stipendio per i dipendenti delle imprese

Noleggio a lungo termine

vetture e veicoli commerciali allestiti e personalizzati per l’attività professionale ed aziendale.

ALLdata è un’azienda high-tech fondata in Italia con più di 45 anni di esperienza e networking internazionale. All data fornisce consulenza, progettazione. servizi, training, assistenza tecnica, manutenzione flessibile dei programmi, custom services. Opera nei campi dell’elettronica, della meccanica, elettromeccanica e dell’elettrochimica.
Servizi

ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE

servizio mirato per la risoluzione di problemi tecnici dei prodotti, sia in garanzia o sotto contratto, sia senza.
Viene fornita assistenza anche su prodotti acquistati presso terzi ma sui quali, facendo essi parte della gamma commercializzata, si ha la competenza per effettuare interventi tecnici.

CONSULENZA INGEGNERISTICA
gli ingegneri dello staff e i numerosi partner qualificati sono un valido riferimento per affrontare anche i progetti più sfidanti.

INSTALLAZIONE E TRAINING HW&SW
servizio di supporto, personalizzato in base alle esigenze del cliente, per ottimizzare i tempi di set up e minimizzare la curva di apprendimento.

CUSTOMER CARE
servizio di prima interfaccia dopo l’acquisto, per verificare la customer satisfaction e, a disposizione, per fronteggiare nuove esigenze.

AGGIORNAMENTO
vengono organizzati training, users groups, eventi mirati sulle tecnologie e applicazioni più innovative. News su prodotti e servizi sono pubblicate regolarmente.

CFS Napoli e ENGinfo presentano Si.S.Ca – Sitema Sicurezza Cantieri Edili

La rivoluzione digitale ha visto proprio a Napoli lo sviluppo di un sistema innovativo per la sicurezza sul lavoro nei cantieri edili, definito Si.S.Ca. Il progetto è stato presentato nell’ambito della manifestazione organizzata da FEDERCOSTRUZIONI nel luglio 2018 come esempio qualificato degli effetti della digitalizzazione sulla sicurezza del lavoro nelle costruzioni. Il progetto può essere implementato anche in altri settori dell’industria e si presta favorevolmente ad essere declinato in ottica di genere. Si.S.Ca è stato sviluppato attualmente come applicazione IoT con la denominazione di SASIA. È la svolta di un percorso iniziato nel 2011, con il finanziamento e il coordinamento dell’Inail Direzione Regione Campania, quando il Comitato Paritetico Territoriale di Napoli (oggi Centro Formazione e Sicurezza, che ho l’onore di presiedere) ha elaborato, avvalendosi della Enginfo Consulting e con la collaborazione dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, questo innovativo Sistema di Sicurezza per i Cantieri (Si.S.Ca, appunto).
Il progetto sperimentato in quattro cantieri introduce nel settore della prevenzione infortuni nei luoghi di lavoro un concetto radicalmente nuovo, quello della sicurezza attiva, intesa come un insieme di “sistemi intelligenti” che agiscono in maniera preventiva. Attraverso l’applicazione di tecnologie ICT, il sistema effettua un monitoraggio delle condizioni di lavoro nei cantieri.
Il sistema utilizzava, nello specifico, la tecnologia RFId (Radio Frequency Identification) attiva che – consentendo il rilevamento e l’identificazione di persone, mezzi, o cose nell’ambito di un cantiere – permetteva di individuare tempestivamente situazioni potenzialmente pericolose, segnalandole immediatamente ed evitando incidenti. Il nuovo sistema si basa invece sulla tecnologia Bluetooth LE (Low Energy) che è una tecnologia wireless basata su uno standard per creare in modo semplice reti personali senza fili: i dispositivi dotati di questa tecnologia, tra cui smart phone, tablet, palmari, wearable e periferiche, possono così connettersi e dialogare tra di loro. Per creare sistemi di identificazione e tracciabilità poggia su architetture di gateway e tag Beacon. Il Beacon è fisso, posto come faro segnalatore, ed è utilizzato per delimitare le aree di accesso attraverso una triangolazione, inoltre è agganciato ai DPI in maniera tale da determinare se l’operatore stia indossando o meno quel detrminato dispositivo di protezione; mentre lo smart phone di ultima generazione è in movimento e capta il segnale di advertising proveniente dai Beacon, avviando così dei messaggi informativi. In questa maniera, il sistema può monitorare il corretto uso dei dispositivi individuali di protezione e segnala in tempo reale potenziali situazioni a rischio. Il progetto Si.S.Ca è stato validato come Buona Prassi nell’aprile 2013 dalla Commissione Consultiva Permanente. Il progetto ha ottenuto, inoltre, il Good Practice Award, il massimo riconoscimento conferito al termine dei lavori del Forum Europeo di Sicurezza Sociale dell’AISS (Associazione Internazionale di Sicurezza Sociale), svoltosi a Istanbul dal 28 al 30 maggio del 2013.
Dunque, abbiamo un esempio concreto di come le tecnologie più avanzate possano tradursi in migliori e più sicure condizioni di lavoro. L’esperienza Si.S.Ca, tuttora in corso, è in continua evoluzione, mediante lo sviluppo di app specifiche. 

IV_syenmaint

La SYENMAINT srl (SYstems ENgineering for MAINTenance applications) è una “Startup innovativa” fondata all’inizio del 2018 grazie ad ingegneri con diverse competenze professionali (elettroniche, informatiche, meccaniche) di consolidata esperienza in diversi settori (Automazione Industriale, Aeronautica, Ferrovia, Biomedica, Servizi per terziario avanzato, TLC, ecc.) con l’obiettivo di fornire:

  • Sistemi e prodotti innovativi per la manutenzione integrata, basati su un approccio predittivo, nel settore dell’Industria 4.0,
  • Servizi di consulenza ingegneristica specializzati nel monitoraggio e ottimizzazione dei processi produttivi, qualità della produzione, sicurezza degli asset,
  • Sviluppo di Progetti di Innovazione Tecnologica, e di Ricerca e Sviluppo.

 

La sede operativa è presso l’incubatore Campania New Steel all’interno del Business Innovation Center di Città della Scienza a Napoli (Via Coroglio, 57). L’obiettivo di SYENMAINT, relativamente al suo progetto innovativo di punta, “SYENMAINT™ PLATFORM”, è l’industrializzazione e commercializzazione di un sistema proprietario da utilizzare per una gestione predittiva della manutenzione degli asset produttivi, basata sulla programmazione dinamica degli interventi, per ridurre i costi operativi, migliorare la qualità e la sicurezza, grazie al monitoraggio costante e automatizzato.

 SYENMAINT™ Platform

Sistema integrato Industria 4.0 per la gestione innovativa della manutenzione su base predittiva degli impianti di produzione, e delle infrastrutture in generale.

L’obiettivo del progetto SYENMAINT PLATFORM è l’industrializzazione e commercializzazione di un sistema proprietario da utilizzare per la gestione predittiva della manutenzione degli asset produttivi, e delle infrastrutture in generale (civili, energetiche, trasporti), basata sulla programmazione dinamica degli interventi, per ridurre i costi operativi di esercizio, eseguire gli interventi nei fermi ciclo già programmati, migliorare la qualità e la sicurezza, grazie al monitoraggio costante e automatizzato mediante l’impiego di sensori IIoT e tecniche innovative di Energy Harvesting per l’alimentazione distribuita degli stessi.

Il progetto SYENMAINT PLATFORM si trova nel contesto applicativo di Industry 4.0, ovvero nell’ambito della quarta rivoluzione industriale che sta vivendo l’economia mondiale. Gli attuali impianti di produzione industriale, per superare le sfide della concorrenza di mercato, imposte dalla globalizzazione, sono sempre più complessi e automatizzati. Di conseguenza, il mantenimento di questi impianti, unitamente al monitoraggio della qualità dei risultati e alla sicurezza degli asset produttivi, sta diventando un elemento di forte impatto per i seguenti aspetti:

  • aumento della produttività, della qualità e della sicurezza;
  • riduzione dei costi operativi.

In particolare, i principali punti deboli nei processi di manutenzione esistenti delle organizzazioni (Fonte: CXP Group, 2018) europee sono:

  • Tempi di inattività non pianificati
  • manutenzione su emergenza
  • obsolescenza delle infrastrutture IT e della tecnologia.

Pertanto, la soluzione di tutti questi punti deboli costituisce la sfida principale per quasi il 90% delle aziende operanti nell’ambito di Industria 4.0. L’attuale gestione della manutenzione nel settore industriale è prevalentemente “statica”, su base preventiva, cioè con piani di intervento basati sulla durata dell’operazione di un impianto o sul numero di cicli di produzione eseguiti/calcolati, e quindi in un modo non ottimizzato, considerando che potrebbero essere effettuati interventi non necessari, o interventi dovuti a guasti prematuri, in anticipo rispetto al programma di manutenzione. La sfida tecnologica è sviluppare le seguenti soluzioni innovative per i principali punti critici nei processi di manutenzione esistenti:

  • implementare un approccio predittivo per la gestione dinamica dei piani di manutenzione con una prospettiva integrata di gestione della manutenzione per l’intero processo produttivo;
  • sviluppare piattaforme che coinvolgono, contemporaneamente, sensori per il monitoraggio, la diagnostica, i pezzi di ricambio, la gestione dell’inventario, il personale addetto alla manutenzione, la pianificazione degli arresti del ciclo produttivo, la gestione dei costi operativi.

La SYENMAINT PLATFORM è composta da quattro strati tecnologici integrati verticalmente, secondo un’architettura modulare e scalabile:

  • LAYER 1 – Smart Sensors (IoE, IoT, IIoT, Wireless Sensors Networks, Cyber Physical Systems, Energy Harvesting Modules);
  • LAYER 2 – Hardware (Embedded Computing, Storage Module, Transmission Unit);
  • LAYER 3 – Firmware – (Condition Based Monitoring, Predictive Diagnostics, Machine learning & Artificial intelligence, Big Data & Data Analytics, Decision Support System);
  • LAYER 4 – Software (MES, Web & Cloud SCADA, Augmented Reality, ERP)

Il mercato attuale propone soluzioni orizzontali e indipendenti, ognuna per ogni diverso strato che implementa l’approccio statico per le attività di manutenzione. La piattaforma può essere utilizzata nei seguenti settori di mercato:

  • Impianti di produzione industriale,
  • Infrastrutture civili e costruzioni edili,
  • Impianti di produzione di energia,
  • Infrastrutture per la logistica e la gestione dei trasporti.

La Fondazione Cultura & Innovazione promuove la crescita e lo sviluppo individuale e del territorio attraverso iniziative di orientamento, formazione,ricerca, diffusione della cultura e integrazione metodologica/didattica delle nuove tecnologie informatiche, sostenendo gli individui nel proprio percorso di sviluppo e di crescita in un’ottica di lifelong learning e lifewide education.

La Fondazione, in partenariato con Istituzioni e soggetti rappresentativi del mondo della scuola e dell’impresa, favorisce sinergie educative e occasioni di crescita economica e sociale attraverso la valorizzazione delle potenzialità creative delle giovani generazioni, al fine di facilitarne l’occupabilità

IV_nugo

nugo, è la start up di Ferrovie dello Stato, nata nel 2018, che favorisce la mobilità collettiva integrata door to door, semplifica la pianificazione del viaggio e risponde alle esigenze dei passeggeri, proponendo mezzi di trasporto pubblici, collettivi e condivisi in tutta Italia: treni, metropolitane, autobus, traghetti, car e bike sharing, taxi, oltre a prenotare la sosta dell’auto nei parcheggi delle stazioni ferroviarie.

La nuova piattaforma per il trasporto intermodale rivoluziona il modo di viaggiare: pianificare lunghi viaggi o brevi spostamenti da oggi è sempre più semplice e veloce.

Con nugo, infatti, basta indicare l’indirizzo di partenza e la destinazione per scegliere l’itinerario door to door che più soddisfa le tue esigenze di mobilità tra tutte le possibili soluzioni e combinazioni di mezzi e tariffe. Individuato il tuo viaggio, con un click sei pronto a partire avendo a disposizione tutti i biglietti e le prenotazioni necessarie sul tuo smartphone.

L’app è scaricabile su store Google ed Apple.

IV_eco20x

CMD ECO20X è un micro sistema CHP (Combined Heat&Power System) alimentato a syngas, un gas prodotto dalla pirogassificazione di scarti di origine legnosa.
La pirogassificazione (o gassificazione della biomassa) è un trattamento termo-chimico a cui vengono sottoposti gli scarti di origine legnosa; attraverso varie fasi, questo trattamento trasforma la biomassa in gas combustibile. 

CMD ECO20X può produrre fino a 20 kW e 40 kW di calore usando gli scarti di origine legnosa come unica fonte di combustibile.

I principali scarti di origine legnosa utilizzati sono: silvicoli, tralci di vite, potature, gusci di nocciole, gusci di cocco, gusci di castagna, gusci di mandorla, noccioli di oliva, noccioli di albicocca, noccioli di pesca, gambi di tabacco e di granoturco, residui di canna di zucchero.

Grazie alla sua forma, l’ECO20X risulta essere estremamente adattabile e consente di essere utilizzata in svariati ambiti:

  • Settore agricolo: aziende agricole in genere, silvicoltura, serre, caseifìci, zootecniche, trasformazione di prodotti agricoli.
  • Settore industriale: piattaforme logistiche di distribuzione e produzione cippato, falegnamerie, alimentare, cartiero, ceramico, vetro, chimico, metalmeccanico, tessile, complessi artigianali.
  • Settore civile/commerciale: centri commerciali, alberghi, piscine, aree urbane e quartieri (teleriscaldamento), centri wellness.

 

Settore pubblico: municipalità, comuni, case di cura e riposo, piscine pubbliche, ospedali, scuole.

 

La Tec-Up è una startup innovativa che offre soluzioni tecnologiche attraverso le competenze, i laboratori e le conoscenze del network di professionisti e aziende che costituiscono la società.

 

I nostri laboratori

Mediterranean Fablab  |  Biologic

I nostri servizi

Grazie ad modello di ricerca e sperimentazione condiviso la TecUp riesce, attraverso competenze differenti, ad offrire soluzioni integrate per l’innovazione tecnologica delle aziende connesse ai settori di I4.0. Il nostro network di competenze è in grado di offrire soluzione in differenti ambiti:

  • Manifattura Avanzata
  • Comparto agro alimentare
  • Nuovi materiali e bio materiali a basso impatto ambientale
  • Data Analisys

In particolare la TecUP offre

  • consulenza scientifica e tecnologica
  • sviluppo e testing di prototipi e  nuovi prodotti/servizi
  • studi di fattibilità tecnologici e di mercato
  • proof of concept
  • progettazione e management di progetti di ricerca e sviluppo sperimentale
  • progettazione e sviluppo di prodotti e servizi innovativi
  • verifiche di fattibilità e piani di industrializzazione,
  • disseminazione dei risultati della ricerca
  • pianificazione e supporto ad attività di trasferimento tecnologico
  • attività di formazione in coerenza con i propri settori di intervento
  • servizi di supporto, analisi e studi di mercato e tecnologici per la creazione e il consolidamento di start up, in particolare nei settori altamente innovativi
  • consulenza aziendale con particolare riguardo ai settori R&S, marketing e progettazione, nonchè ideazione, sviluppo, consulenza e prestazione di servizi manageriali
  • consulenza per la progettazione, costruzione e gestione di piattaforme digitali
  • progettazione e consulenza per la realizzazione di laboratori di progettazione e manifattura digitale, e biomanifattura
in collaborazione con

cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del “Piano di Implementazione e Piano di Comunicazione della RIS3 Campania” – POR CAMPANIA FESR 2014-2020 OT1 – Ricerca e Innovazione

con il patrocinio di
IV_conf_100jpg-01
In partnership con
logo_festival_sviluppo_2019
ATIA_ISWA_tras
sella_sito
IV_sellalab-01
IV_tecup
BestPractices_trasp
OIN_big
IV_architetti
IV-dicea-new
IZSM_tras
IV-AgriBioM
numater_sito
CIBIC_tras-n
IV-vesta3
CampaniaDIH_social
IV_dpixel_logo
IV_r_store-01
IV-Enginfo
IV_syenmaint
Iv_oasis_logo
IV-HEB_logo-01
IV-NEWTAK_logo-01
IV_netcoa
IV-hopera-01
IV_eco20x
IV_nugo
IV-Blunet_partener
IV_Brio_provvisorio-01
Partner tecnico
IV_fondazione_cultura_innovazione
IV_flash_start

cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del “Piano di Implementazione e Piano di Comunicazione della RIS3 Campania” – POR CAMPANIA FESR 2014-2020 OT1 – Ricerca e Innovazione